Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Serie C
FOCUS TMW - La Top 11 del Girone A di Serie C: doppietta da urlo per CogliatiTUTTOmercatoWEB.com
Nella foto Cogliati
martedì 4 ottobre 2022, 06:55Serie C
di Luca Esposito
focus

La Top 11 del Girone A di Serie C: doppietta da urlo per Cogliati

E’ andata in archivio la 6^ giornata nel Girone A di Serie C. Questi i risultati:
Albinoleffe-Lecco 1-1
Novara-Vicenza 3-0
Pro Patria-Pro Vercelli 2-1
Renate-Pordenone 0-0
Triestina-Virtus Verona 3-2
Arzignano-Trento 1-1
Juventus-Pergolettese 1-1
Mantova-Pro Sesto 0-0
Sangiuliano-Piacenza 3-1
Padova-FeralpiSalò 1-1

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 4-4-2

Drago (Renate): lo premiamo per aver tenuto la porta inviolata in una gara complicata come quella contro il Pordenone. Ottima e coraggiosa un'uscita su Piscopo in avvio di primo tempo.
Saporetti (Pro Patria): avvia la clamorosa rimonta biancoblu in zona Cesarini risolvendo una mischia con una conclusione precisa da pochi passi.
Carillo (Novara): il suo avvio di stagione è estremamente positivo, una garanzia al centro della retroguardia. Procura anche l'espulsione di Rolfini.
Angeli (Renate): le attenzioni di tanti club di categoria superiore sono sempre più giustificate, l'ottima prova a cospetto della corazzata Pordenone certifica che non è azzardata l'etichetta del predestinato.
Ferri (Trento): un colpo di testa vincente vale il momentaneo vantaggio sul campo dell'Arzignano. Ci prende gusto e cerca la doppietta pochi minuti dopo, stavolta senza fortuna.
Galli (Lecco): entra e segna con uno splendido destro da posizione non semplice la rete dell'1-1. Una giocata che potrebbe permettergli di scalare posizioni nelle gerarchie dell'allenatore.
Procaccio (Mantova): interessante evoluzione tattica per questo ragazzo, esterno offensivo a Trieste e ora anche valido centrocampista. Corrent cerca di sfruttare i suoi guizzi nell'uno contro uno per creare la superiorità numerica, nonostante il baricentro basso degli avversari dà sempre la sensazione di essere imprevedibile.
Masini (Novara): prova autorevole del centrocampista che, con qualità e cattiveria agonistica, stravince il duello con Ronaldo. Segna di sinistro dopo uno stop elegante la rete del 2-0.
Varas (Pergolettese): è il fulcro del gioco, il calciatore che si piazza tra le linee per non dare punti di riferimento. Conquista e trasforma con bravura il rigore dell'1-1.
Cogliati (San Donato): una doppietta da urlo, reti da antologia che avrebbero fatto il giro del web per settimane se realizzati da colleghi più noti al grande pubblico. Un missile al volo da centro area e un tiro d'esterno all'angolino regalano ai suoi tre punti di platino e condannano all'esonero il tecnico Scalise.
Manconi (Albinoleffe): nei momenti bui è sempre lui ad accendere la luce, stavolta beffa il portiere avversario con un pregevole tiro a giro.
Roberto Cevoli (Novara): il 3-0 sul Vicenza esalta il sistema di gioco di un team che ha impressionato soprattutto per equilibrio. Presto per parlare di obiettivo playoff, ma questa squadra inizia a convincere.