Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Serie C
Quattro sigarette e massimo 3 caffè al giorno. La nuova vita di Zeman: "Torno a settembre"TUTTO mercato WEB
giovedì 29 febbraio 2024, 10:34Serie C
di Tommaso Maschio

Quattro sigarette e massimo 3 caffè al giorno. La nuova vita di Zeman: "Torno a settembre"

“Sono pronto a tornare in campo a settembre”. Il tecnico Zdenek Zeman, fresco di dimissioni dal Pescara dopo il nuovo malore accusato a inizio febbraio, che faceva seguito all’ischemia transitoria che lo aveva colpito a dicembre, che lo ha costretto al ricovero e all’operazione per l’applicazione di 4 stent coronarici. Il boemo ora dovrà, secondo prognosi, un periodo di riposo di 2-3 mesi per il decorso post operatorio.

“Tutto si è svolto secondo la tabella di marcia. Il mister sta bene. I controlli post-operatori di routine hanno evidenziato un quadro molto confortante, sia per il cuore che per la carotide. - ha spiegato il dottor Stefano Guarracini, primario di cardiologia della clinica Pierangeli di Pescara - Domani (oggi, ndr ) sarà dimesso e Zeman osserverà un periodo medio-breve di recupero di un paio di mesi per ricominciare meglio di prima. Non è in programma nessuna nuova operazione”.


Il tecnico ha dovuto promettere, come riporta La Gazzetta dello Sport, al medico di “fumare solo quattro sigarette al giorno (prima ne aspirava 60, ndr )” e di bere al massimo “2-3 caffè” (in precedenza erano almeno 6-7, ndr ), mentre sul fronte alimentare il boemo si è impegnato a ridurre le quantità e a evitare troppi condimenti. Così la vita del mister continua all’attacco, come sempre.