Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / torino / Serie A
L'Atalanta cederà Musso in estate. Valutazione intorno ai dieci milioni di euroTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 18:55Serie A
di Andrea Losapio

L'Atalanta cederà Musso in estate. Valutazione intorno ai dieci milioni di euro

Juan Musso lascerà l'Atalanta in estate. Dopo le richieste di Nottingham Forest e Galatasaray negli ultimi giorni dello scorso mercato, durante la prossima finestra trasferimenti ci sarà un prezzo chiaro per il portiere argentino, arrivato tre stagioni or sono per 20 milioni di euro e che non è riuscito a replicare le grandi prestazioni che aveva fornito con la maglia dell'Udinese. Il prezzo viaggerà intorno ai 10 milioni, anche se il minimo per evitare una minusvalenza è di 8, visto che gli mancheranno ancora due anni di contratto.

Il Galatasaray ci ha pensato sia nel settembre scorso sia a gennaio, anche se la situazione Muslera appare definita, con il portiere uruguagio che ha rinnovato e che quindi non dovrebbe lasciare la Turchia. Invece il Torino potrebbe puntare su un prestito con diritto di riscatto, anche perché la situazione di Vanja Milinkovic-Savic è in evoluzione e potrebbe esserci un cambio in porta. Il Monza invece dipenderà dall'estate di Di Gregorio: Musso sicuramente è un profilo molto interessante in caso di addio in direzione big (il Milan, in caso di cessione di Maignan, punterà forte su di lui).


E poi c'è la Roma, con un piccolo problema: non si sa ancora chi sarà il direttore tecnico. I Friedkin non si sbottonano e i nomi in ballo sono tanti ma, come per Mourinho, non bisogna escludere una sorpresa. Musso, comunque, saluterà Bergamo dopo tre anni. Anche perché oramai è il secondo dietro Carnesecchi.