Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / torino / Serie A
Ricci: "Il Toro ha preso ottimi giocatori, siamo partiti forte. Juric tecnico più tosto che ho avuto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 settembre 2022, 14:08Serie A
di Giacomo Iacobellis

Ricci: "Il Toro ha preso ottimi giocatori, siamo partiti forte. Juric tecnico più tosto che ho avuto"...

Il centrocampista del Torino, Samuele Ricci, si è raccontato in una lunga intervista a DAZN. Queste le sue principali dichiarazioni fra passato, presente e futuro: "Tantissime squadre lottano per stare in alto. C’è stato un mercato intenso, sono arrivati ottimi giocatori anche al Toro. Con i nuovi acquisti abbiamo arricchito la rosa. La Serie A è difficile, quest’anno ancora di più

Che bilancio fa finora?
"Positivo. Abbiamo fatto buonissime partite in casa e fuori. Abbiamo iniziato bene, da squadra, e lo abbiamo fatto vedere: siamo preparati, sappiamo cosa dobbiamo fare anche per come ci allena il mister".

Come vive le critiche?
"Cerco di ascoltare e non ascoltare. A volte, se costruttive, possono aiutare: il tifoso pretende tanto da squadra e società, fanno parte del gioco ed è giusto se fatte costruttive".

Quali sono le sue aspettative?
"Ho fissato qualche obiettivo. Mi sono detto che rispetto al passato devo fare di più e migliorare, come realizzare qualche gol o assist. Ma verranno durante le partite, non bisogna pensarci altrimenti si ottiene l'effetto contrario. Da squadra, dobbiamo continuare così e non porci obiettivi grandi ma pensare giorno per giorno".

C'è un gol che ricorda con maggiore piacere?
"Un gol mi è rimasto dentro, viene da un'esperienza bellissima all'Europeo Under 17. Era la finale, abbiamo perso ai rigori, ma avevo segnato ed era stato bellissimo. E poi dico il primo gol in Serie A: quello del 4-2 in Empoli-Bologna. Eravamo sul 3-2 e un po’ in difficoltà, ma con il 4-2 eravamo tranquilli. È stata una sensazione di liberazione"

Quali erano i suoi idoli da bambino?
"Pirlo per le qualità, il modo di muoversi e per visione di gioco.

Quali sono i compagni più acculturati?
"Romagnoli a Empoli, Buongiorno a Torino".

Il giocatore più forte nel suo ruolo?
"Milinkovic-Savic della Lazio".

La squadra che l'ha impressionata di più?
"Forse la Lazio".

L'allenatore più tosto che ha avuto?
"Juric".