Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / torino / Serie A
Roma-Karsdorp è guerra fredda. Rick convocato per la ripresa, ma potrebbe non presentarsiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 dicembre 2022, 09:15Serie A
di Dario Marchetti

Roma-Karsdorp è guerra fredda. Rick convocato per la ripresa, ma potrebbe non presentarsi

Lunedì la squadra tornerà a Trigoria per la ripresa degli allenamenti e il caso Karsdorp ancora non si può definire risolto. Degli sviluppi, però, nel corso della sosta per il mondiale ci sono stati, perché come alla prima ripresa degli allenamenti, anche questa volta il giocatore è regolarmente convocato. Dunque la palla passa all’olandese che già a fine novembre non si era presentato a Trigoria, disertando anche la tournée in Giappone e presentando un certificato medico che attestava un malessere psicologico. La Roma ha per questo chiesto al calciatore di tornare nella Capitale per sottoporsi a una visita e Karsdorp lo ha fatto, salvo poi tornare immediatamente in Olanda, mentre i suoi compagni si allenavano a Tokyo. Nel frattempo Tiago Pinto e il procuratore di Rick hanno continuato a parlarsi, ma i giallorossi al giocatore hanno messo a disposizione due strade: accettare la cessione a titolo definitivo oppure restare a Roma.

Non è presa in considerazione l’ipotesi di un prestito, ma l’agente di Karsdorp, qualora il suo assistito decidesse di restare, vuole garanzie sulla titolarità. Un qualcosa che Mourinho e il club non può e non vuole dargli, per questo l’unica pista percorribile ad oggi sembra quella di un addio a gennaio. Le condizioni, però, devono essere quelle di Pinto e preferibilmente a una società all’estero per non rinforzare una concorrente. Intanto a tre giorni dal ritorno a Trigoria della squadra, il caso Karsdorp potrebbe arricchirsi di un nuovo capitolo, perché il giocatore è regolarmente convocato e qualora decidesse di disertare ancora gli allenamenti allora la frattura sarebbe insanabile con il rischio concreto che la questione possa finire anche per vie legali. Intanto in questi giorni è in Thailandia con la famiglia per staccare da tutto, ma chissà se il biglietto acquistato preveda anche il ritorno.