Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / udinese / Nato Oggi...
Roberto Mancini, il ct che ha vinto l'Europeo. Ma pure quello della seconda delusione MondialeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 27 novembre 2021, 00:00Nato Oggi...
di Simone Bernabei

Roberto Mancini, il ct che ha vinto l'Europeo. Ma pure quello della seconda delusione Mondiale

Roberto Mancini e una carriera da vincente sia in campo che in panchina. La storia nel mondo del pallone dell'attuale allenatore dell'Inter è infatti stata ricca di successi ed è iniziata nel 1977 nelle giovanili del Bologna. Nella stagione 1981/82 l'esordio in Serie A con il club felsineo con il quale a fine stagione totalizzerà 30 presenze e 9 gol in campionato. Bologna il trampolino per la sua avventura più importante, quella alla Sampdoria, durata dal 1982 al 1997. 566 partite giocate e 171 reti realizzate lo hanno fatto diventare una vera e propria leggenda del club blucerchiato, anche grazie alla vittoria dello Scudetto del 1990/91, oltre che a quattro Coppe Italia, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa. Poi il passaggio alla Lazio e la conquista di un altro Scudetto e di due Coppe Italia, prima di chiudere la carriera in Premier League con le quattro presenze al Leicester City.

Appesi gli scarpini al chiodo Mancini non è però riuscito a rimanere "disoccupato" per molto tempo, visto che dopo pochi mesi la Fiorentina gli offrì la panchina della prima squadra. Restò a Firenze fino alla fine del 2000 e due anni più tardi fu invece la Lazio a dargli le chiavi della squadra, prima che fosse l'Inter ad affidargli la panchina per quella che fu la sua prima esperienza. Quattro anni in nerazzurro, tre al Manchester City, uno al Galatasaray e poi il ritorno a Milano, con un palmares di tutto rispetto formato da tre Scudetti, quattro Coppe Italia, due Supercoppe, una Premier League, una FA Cup, un Community Shield e una Coppa di Turchia. Dopo essere tornato all'Inter il tecnico ha intrapreso la nuova avventura allo Zenit San Pietroburgo, durata però una sola stagione, e dal 14 maggio 2018 è il commissario tecnico della Nazionale italiana: il suo percorso azzurro è noto e parla del record di risultati utili consecutivi, ma anche e soprattutto dell'Europeo vinto nella magica notte di Wembley. Un peso specifico, però, non può non averlo la mancata qualificazione al Mondiale del Qatar che stiamo seguendo proprio in questi giorni, per quella che rappresenta la seconda assenza consecutiva degli azzurri. Oggi Roberto Mancini compie 58 anni.

Sono nati oggi anche Lionello Manfredonia, Bruno Alves, Fabio Tricarico e Andrej Galabinov.