Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / atalanta / Serie A
Inter forza 9. Atalanta e Bologna complete. Mazzarri fuori tempo. Allegri, illusione finitaTUTTO mercato WEB
lunedì 19 febbraio 2024, 15:53Serie A
di Redazione TuttoAtalanta.com
per Tuttoatalanta.com

Inter forza 9. Atalanta e Bologna complete. Mazzarri fuori tempo. Allegri, illusione finita

Maracanà con Marco Piccari e Stefano Impallomeni. Ospiti: Impallomeni:" Adl in stagione sta buttando via tutto quello che ha fatto negli anni. Garbo:" L'Inter può concentrarsi sulla Champions. Sinner ora è il numero al mondo" Bonanni:" Al Napoli vedrei bene Pioli. L'Inter può arrivare in fondo alla Champions."
00:00
/
00:00

Con la 25^ giornata, torna l'appuntamento con il "Due di Piccari", rubrica curata dal direttore di TMW Radio, Marco Piccari, che prende in esame i principali spunti offerti dal campionato.

Due di Cuori
L'inter viaggia a forza 9 e il campionato è sempre più nerazzurro. La squadra di Inzaghi continua a conquistare il cuore, un'altra netta vittoria contro la Salernitana e tanti saluti a chi insegue. Una marea che travolge il campionato e liquida gli avversari con estrema facilità. Ormai è grande fuga. Migliore attacco e migliore difesa e davanti una coppia micidiale. Thuram e Lautaro, 30 gol in due dei 59 complessivi, continuano a scardinare le difese supportati dal gioco di Inzaghi, un meccanismo perfetto. Ora l'Inter, visto il vantaggio in campionato, può concentrarsi sulla Champions per provare un doppio colpo da storia.
Un'altra bella storia la stanno scrivendo Atalanta e Bologna. In questo campionato, dopo l'Inter, sono le squadre che esprimono il migliore calcio. Grande addestramento in campo, codizione fisica sempre al top e convizione tipica delle grandi squadre. Quasi tutto normale per la Dea che da anni naviga nella parte alta della calssifica, una nuova realtà per il Bologna che in questa stagione ha preso la rotta verso la grande Europa. In comune le due squadre hanno due allenatori di assoluto livello, moderni e molto Europei. Un piacere vedere giocare a calcio queste due formazioni. Nell'ultimo turno l'Atalanta asfalta il Sassuolo e centra la quinta vittoria consecutiva segnando 17 gol e subendone 2, mentre il Bologna passa all'Olimpico contro la Lazio prima soffrendo e poi colpendo. Quarta vittoria consecutiva realizzando 12 reti e incassandone una. Entrambe mostrano calcio propositivo ma anche solidità difensiva: due squadre complete.
In questa giornata un like a cuoricino lo merita il tecnico del Verona Baroni. Nel calciomercato di gennaio la sua squadra è stata smontata, ma lui non ha detto niente. Nessuna dichiarazione e tanto lavoro e mentre qualcuno gridava al campionato falsato per le tante cessioni, lui ha riportato il Verona in piena corsa per la salvezza. La morale? Lavorare e allenare, alla faccia di chi per mostrare il suo volare chiede solo giocatori e investimenti. Contro la Juve il suo Verona ha mostrato calcio, spaventando una squadra con una qualità superiore. L'allenatore fa la differenza.

Due di Picche
In questa giornata sono tre gli allenatori protagonisti in negativo. Il calcio cambia, ma qualcuno non se ne vuole rendere conto. Partiamo dal Napoli che pareggia all'ultimo contro il Genoa. Un'altra prova incolore degli azzurri, Mazzarri in 12 partite ha fatto peggio di Garcia non solo per punti fatti, appena 15 contro i 21 del francese, ma anche per gioco. Nel Napoli di Rudy si vedeva timidamente qualcosa, in quello di Walter non si vede niente. Tutto terribilmente datato, palla a qualcuno e vediamo che succede. Mazzarri è fuori tempo. Chi esce fuori definitivamente invece dalla lotta al titolo è Allegri. La Juve pareggia a Verona e saluta l'Inter che sale a + 9 con una partita in meno. Una prestazione quella dei bianconeri anonima. Una confusione tattica totale, ognuno sembrava giocare per con suo. Nessuno parli di qualità dei giocatori con Empoli, Udinese e Verona non servivono certo 11 fenomeni, sarebbe bastato, con l'attuale rosa, un allenatore con due idee di calcio e sicuramente sarebbero arrivati più di due punti. Dopo l'illusione iniziale dove si era visto qualcosa, la Juve è tornata sempre più Allegriana. È ora di un Max cambiamento.
Chiudiamo con Pioli che contro il Monza sceglie un turnover poco comprensibile e il suo Milan affonda. In partita il tecnico rossonero con i cambi smentisce anche se stesso, ma la direzione della partita non cambia. Troppa fenomenite in una serata dove bastava fare le cose normali.

Jolly
Coordinazione da manuale, precisione e potenza. Un gol spettacolare, da copertina e da vedere e rivedere. Folorunsho è il jolly di questa giornata di campionato. La rete realizzata contro la Juventus è un affresco di altissima qualità. Straordinario!