Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Mignani: "Il Benevento tra le più forti del campionato. Esposito? Manca continuità"
venerdì 31 marzo 2023, 14:02In Primo Piano
di Raffaele Digirolamo
per Tuttobari.com

Mignani: "Il Benevento tra le più forti del campionato. Esposito? Manca continuità"

Il tecnico del Bari Michele Mignani, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita con il Benevento, ha parlato del calo offensivo vissuto dai suoi nel recente periodo: "Le ultime partite le abbiamo vissute in maniera diversa, con più attesa rispetto all'avversario. A volte la scelta è nostra, altre è imposta da chi abbiamo di fronte, quello che ci manca è qualche gol da palla inattiva. Sappiamo che abbiamo la possibilità di far male all'avversario in tanti momenti della partita. Non credo sia un problema fisico o di brillantezza, quello che ci interessa è portare a casa i punti".

Il tecnico ha proseguito: "Quando noi abbiamo vinto le partite sporche è stato individuato come segno di maturità. Ci sono dei periodi del campionato dove mentalmente, fisicamente, in base al momento della stagione non riesci ad esprimerti".

Mignani ha parlato dell'avversario"Non dobbiamo guardare gli altri ma noi stessi, non possiamo ragionare sui problemi degli altri. L'unica cosa che posso dirvi è che, guardando la rosa, il Benevento è una delle squadre più forti del campionato. Sarà una partita difficilissima, sia loro che noi abbiamo bisogno di punti".

Su Esposito: "Ogni attaccante che abbiamo ha determinate caratteristiche, ed ogni partita è diversa dalle altre. Se faccio delle scelte è perché ragiono e trovo un giocatore più utile rispetto ad un altro per la determinata gara. Lui ha qualità tecniche sopra la media, quello su cui deve crescere è nella continuità, ma è normale per un ragazzo di vent'anni. Lo vedo bene, si sta allenando al meglio, ma come lo fa lui lo fanno tutti gli altri, avendone tantissimi a disposizione diventa difficile per ciascuno di loro avere continuità".