Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bologna / Serie A
Inter, Jacobelli: “Superiore a una big come l’Atletico. Vittoria importante”TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 21 febbraio 2024, 11:34Serie A
di TMWRadio Redazione

Inter, Jacobelli: “Superiore a una big come l’Atletico. Vittoria importante”

Editoriale con Xavier Jacobelli , intervistato da Vincenzo Marangio
00:00
/
00:00
Durante l'appuntamento odierno con L’Editoriale sulle frequenze di TMW Radio è intervenuto Xavier Jacobelli. Queste le sue parole:

Che prestazione è stata quella dell’Inter di ieri?
“È stata una prestazione importante contro una grande squadra, è la nona vittoria consecutiva nel 2024 per l’Inter ma bisogna fare chiarezza, non sarà facile al Metropolitano. Il gol di Arnautovic ha certificato la superiorità dell’Inter, che ha creato cinque palle gol mentre Sommer non ha fatto neanche una parata. È una vittoria importante per l’Inter, ma anche per il ranking uefa stagionale che alla luce della prossima Champions è fondamentale anche per la crescita del nostro calcio. Speriamo che il Napoli possa ottenere lo stesso risultato dell’Inter di ieri.”

Cosa si aspetta dal nuovo Napoli di Calzona stasera con il Barcellona?
“Nonostante non sia il Barcellona degli anni migliori, parliamo di una grande squadra. La scelta di Calzona è una carta della disperazione per quanto riguarda De Laurentiis, sette mesi dopo lo Scudetto il Napoli ha 27 punti in meno della capolista e lo scorso anno aveva 65 punti, oggi ne ha 36. Calzona si è presentato con pragmatismo, non contano le parole ma contano i fatti. Speriamo che Calzona possa trovare gli stimoli giusti per riaccendere questo Napoli in un periodo estremamente impegnativo visti anche gli impegni con la Slovacchia.”


Come giudichi la decisione del Bayern di separarsi da Tuchel a fine stagione?
“La scelta è legata ovviamente ai risultati. Gli otto punti di distacco che in questo momento ha il Bayern Monaco dallo straordinario Bayer Leverkusen di Xabi Alonso hanno portato a questa decisione. Tuchel lascerà a fine stagione e non è usuale per una squadra come il Bayern cambiare così tanti allenatori. Tuchel ha vinto una Champions League, una Supercoppa e un Mondiale per Club con il Chelsea, una Bundesliga lo scorso anno e diversi titoli anche al Paris Saint Germain. Il valore assoluto di Tuchel non è in discussione, ma evidentemente anche un grande allenatore come lui può vivere dei momenti di difficoltà. Conte? Ci sarà un mercato di allenatori nel 2024 di grandissimo livello. La candidatura di Conte per il Bayern testimonia la grande considerazione che ha il tecnico italiano anche a livello internazionale. Credo che al momento Conte non abbia ancora fatto una scelta definitiva.”

Come giudica le annate di Atalanta e Bologna?
“La stagione di Atalanta e Bologna è una meraviglia, con uno scontro diretto che le aspetta nei prossimi giorni. L’Atalanta sta facendo benissimo in tutte e tre le competizioni, oltre al campionato anche in Coppa Italia e in Europa League con numeri impressionanti. Il Bologna sta avendo un rendimento mai avuto negli ultimi anni, forte di un collettivo che gioca un gran bel calcio. I risultati di Atalanta e Bologna sono un orgoglio per Gasperini e Thiago Motta e soprattutto sono un orgoglio per il calcio italiano e un messaggio importante e positivo per il nostro calcio.”