HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » bologna » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

Bologna, un bilancio sul mercato estivo: bene Tomiyasu, male Denswil

17.11.2019 12:31 di Dario Ronzulli    articolo letto 4170 volte
Bologna, un bilancio sul mercato estivo: bene Tomiyasu, male Denswil
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
Il mercato estivo del Bologna aveva portato sotto le Due Torri tanti elementi interessanti, tra giovani di belle speranze e giocatori più navigati. Il rendimento dei nuovi acquisti fin qui nel complesso si può dire sufficiente ma bisogna fare dei necessari distinguo.

Takehiro Tomiyasu è certamente colui che più è entrato nel cuore dei tifosi. Merito delle prime prestazioni in campionato, per di più da terzino destro ovvero un ruolo mai ricoperto in carriera. Il nipponico non ha avuto grossi problemi d’impatto né con il nostro calcio né con una lingua diversa (che piano piano sta imparando); semmai ha avuto fisiologiche difficoltà quando gli si sono parati davanti giocatori più esperti e smaliziati e soprattutto è stato frenato dall’infortunio patito un mese fa in nazionale. Il suo acquisto si è rivelato per ora azzeccato, come quello di Mattia Bani. Arrivato dal Chievo a prezzo di saldo, il difensore toscano ha disputato fin qui un campionato in linea con quello che ci si aspettava: buone prestazioni, pochi picchi verso l’alto e verso il basso. È un difensore tutto sommato affidabile, a differenza di Stefano Denswil che è certamente l’acquisto più in difficoltà. Ha perso il posto da titolare a causa delle prestazioni negative, figlie di un mix di fattori per lo più legate al tipo di gioco che gli viene richiesto poco incline ad oggi alle sue corde.

Come Bani, anche Gary Medel sta offrendo quello che era lecito attendersi da lui: esperienza, grinta, personalità. L’infortunio che lo ha tenuto ai box ha privato il Bologna di una pedina utile non tanto dal punto di vista tecnico quanto da quello umano. Un infortunio è quello che ha fin qui frenato l’inserimento di Jerdy Schouten. L’olandese è andato ko alla prima amichevole estiva e ha saltato di conseguenza tutta la preparazione. Ora è decisamente indietro nelle gerarchie della mediana e il più che possibile arrivo di Dominguez a gennaio potrebbe chiudergli ulteriore spazio.

L’unico rinforzo del reparto offensivo, Andreas Skov Olsen, ha fin qui giocato al di sotto delle aspettative. Ma bisogna intendersi: le aspettative createsi attorno a lui erano fin troppo elevate. Parliamo di un ragazzo di talento, che ha indubbie qualità tecniche ma che non ha ancora 20 anni e che ha tantissimo ancora da imparare. La diversità di rendimento tra club e nazionale Under 21 - dove segna in continuazione - si può spiegare con il diverso livello tecnico richiesto dalle due e probabilmente anche con il fatto che il danese si senta più a suo agio con compagni che conosce da tempo. Bisogna avere pazienza e lasciarlo lavorare e crescere in tranquillità.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Bologna

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510