Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / News
Radiolina, Casini: "Gaetano come un ciclone che si è abbattuto su Cagliari"
giovedì 22 febbraio 2024, 18:00News
di Paola Pascalis
per Tuttocagliari.net

Radiolina, Casini: "Gaetano come un ciclone che si è abbattuto su Cagliari"

Lele Casini ha parlato così di Gianluca Gaetano nell'ultima puntata del podcast di Radiolina '90secondi+recupero': "In attesa del ritorno in campo di Oristanio (guarda l’intervista su Radiolina), un altro Gaetano è entrato di forza nel mondo rossoblù. Il suo numero è il 70 e di nome fa Gianluca E’ arrivato all’ultimo respiro, nelle ore finali del mercato di riparazione, ma subito ha fatto vedere di essersi inserito perfettamente, il tassello mancante nell’ingranaggio che sta oleando Ranieri per trovare la quadra e la squadra che porti il Cagliari alla salvezza. Gianluca Gaetano, a maggio 24 anni, nato a Cimitile, piccolo comune di poco più di 7mila abitanti vicino a Nola in provincia di Napoli. Cresciuto nel ASD Future Boys del suo paese, dove la sua famiglia gestisce anche un locale. Pizzeria “O’ Pezzereniello” da tre generazioni gestita dai Gaetano. Che sono stati protagonisti di un record che non ha niente a che fare con il calcio: durante il Covid a maggio 2020, appena riaperto il locale dopo il lockdown, mentre Gianluca giocava a Cremona, la sua famiglia era capace di effettuare 600 consegne in tre giorni. La pizza, il Napoli, la famiglia. E le lacrime, come quelle che hanno accompagnato il suo esordio in A a Ferrara nel maggio 2019 per la morte, quello stesso giorno, della sua amata nonna, la sua prima tifosa.

O quelle per lo scudetto, o quelle per il primo gol in serie A con la maglia del cuore, quello che batterà forte anche domenica alla Domus contro il suo Napoli. Quello stesso cuore che pulsa per la sua Maria, e per la piccola Carmela Pia, a cui ha dedicato anche il gol di Udine con un’esultanza e una mimica stile marameo, che assomiglia anche al piripi della conterranea Tosca d’Aquino ne “Il Ciclione” di Pieraccioni. E come un ciclone si è abbattuto su Cagliari. Due gol in tre gare. Un tiro a giro contro la Lazio degno dello scugnizzo insigne, e il colpo di testa all’Udinese. Due colpi che lo hanno già fatto già entrare nel cuore dei tifosi. E allora… Benvenuto a Cagliari Guagliò!"