Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / L'esclusiva
VIDEO FV, VIOLA A FIRENZE: FACCE CUPE E LA RABBIA DI COMMISSO: "ANIMALI!"
giovedì 8 giugno 2023, 04:20L'esclusiva
di Luciana Magistrato
per Firenzeviola.it

VIDEO FV, VIOLA A FIRENZE: FACCE CUPE E LA RABBIA DI COMMISSO: "ANIMALI!"

Sono quasi le quattro di mattina quando il charter che ha riportato la Fiorentina a Firenze atterra a Peretola. Meno di una decina i tifosi ad aspettarla, con un timido applauso appena accennato quando Italiano e i suoi ragazzi sfilano per salire mestamente sul pullman. Le facce parlano da sole. C'è tanta amarezza per come si è infranto un sogno in cui la squadra, la società e la tifoseria hanno creduto. E per come è arrivato il ko Ma il più arrabbiato è Rocco Commisso che sbotta: 'Che devo dire. Mi aspettavo una vittoria, ma ci sono stati alcuni casi nel campo dove l'arbitro avrebbe dovuto fare meglio. Jovic ha il naso rotto, l'altro fatto è quanto accaduto a Biraghi. Ho parlato con il presidente della Premier League. Gli ho detto che sono tutti degli "animali" quelli là, per come hanno trattato i nostri giocatori.

La squadra? Che devo dire. Non è giusta la sconfitta, potevamo vincere 3 a 0. Mi dispiace per il tifo, meritavano di più. Italiano? Punto fermo. Il 12 ripartirò per l'America'. L'unico giocatore a non salire sul pullman è stato Igor, lo aspettavano gli amici con i bagagli per tornare in Brasile. Con la squadra sono rientrati anche i sindaci di Firenze e Bagno a Ripoli, Nardella e Casini. La missione-Praga si conclude qui, con teste basse e poca voglia di parlare.