Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / L'editoriale
ITALIANO DIVISIVO COME ZEMAN. RESTERÀ SOLO SE LA FIORENTINA PROPORRÀ UN PROGETTO AMBIZIOSO. LA SOCIETÀ PROVI AD ACQUISTARE SUBITO BELOTTI. GIUSTO FARE UNA FOLLIA PER ARTHUR, MAI ZANIOLO. IL TORO PIÙ PERICOLOSO DELLA LAZIOTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 1 marzo 2024, 11:50L'editoriale
di Luca Calamai
per Firenzeviola.it

ITALIANO DIVISIVO COME ZEMAN. RESTERÀ SOLO SE LA FIORENTINA PROPORRÀ UN PROGETTO AMBIZIOSO. LA SOCIETÀ PROVI AD ACQUISTARE SUBITO BELOTTI. GIUSTO FARE UNA FOLLIA PER ARTHUR, MAI ZANIOLO. IL TORO PIÙ PERICOLOSO DELLA LAZIO

Italiano e il mondo viola, una storia di ordinaria follia. Vincenzo è un tecnico divisivo. Un pò come il suo maestro Zeman. C’è chi lo ama e chi lo odia. C’è chi gli vorrebbe fargli un contratto a vita e chi lo vorrebbe cacciare subito. C’è chi sogna di vedere al suo posto Maurizio Sarri. Che, nell'ultima gara di campionato il tecnico viola ha preso a pallate. Io penso che Italiano sia un valore importante. Deve ancora crescere (ma sta imparando da alcune brucianti lezioni...) ma può diventare un numero uno. La sua Fiorentina ha identità. Ha coraggio. Sa gestire stelle come Arthur o Nico e sa valorizzare giovani come Kayode. Quando accetterà qualche piccolo compromesso diventerà ancora più bravo. Lo stesso Guardiola, strada facendo, ha accettato di correggere qualcosa delle sue idee iniziali.  Su quale panchina sarà il prossimo anno Vincenzo? Se devo prendere per buone le voci che circolano intorno al tecnico viola direi che Italiano resterà solo in caso di qualificazione alla zona Champions. Oppure se la società gli presenterà finalmente un progetto ambizioso. Ma veramente ambizioso. Vista l'ultima campagna acquisti invernale dubito che il presidente Commisso sposi una brusca accelerazione in avanti. Quindi vedo molto complicata la conferma di Vincenzo.

Il sostituto? Nel mio calcio ideale dovrebbe essere il nuovo responsabile dell'area sportiva a indicare il tecnico giusto. Invece sono convinto che lo sceglierà il direttore Giuseppe Barone. Che a suo tempo si vide chiudere la porta in faccia da Spalletti e Sarri che chiedevano garanzie a livello dirigenziale. Ho simpatia per Gilardino, Palladino e Di Francesco. Ma puntare su queste figure vorrebbe dire non avere voglia di fare uno scatto in avanti.

Capitolo mercato. Mi chiedo cosa stia aspettando la Fiorentina a rinnovare il contratto a Duncan. Un giocatore da rosa perfetto. E spero che la dirigenza viola accleri i tempi con la Roma per acquistare a titolo definitivo il cartellino di Belotti. Una Fiorentina ambiziosa dovrà avere un grande bomber ma il Gallo può essere uno dei due centravanti. Ha mestiere, è un grande professionista. Può fare ancora due-tre anni a buon livello. E spero anche che la dirigenza trovi un modo per tenere Arthur. Magari convincendo la Juve a lasciarlo ancora una stagione in prestito. Il brasiliano quando sta bene fa la differenza. Mi piacerebbe che un talento come Bianco, che sicuramente tornerà in maglia viola, potesse lavorare una stagione accanto ad Arthur. Sono convinto che completerebbe velocemente il suo percorso di crescita. Non voglio invece neppure pensare a Zaniolo in viola. Lui è il nuovo Balotelli. Meglio starci a distanza.

Chiudo con Toro-Fiorentina. Temo la squadra piemontese più della Lazio (distratta dalla Champions...). Contro i granata sarà un bel test, vedendo come gioca la squadra di Juric penso che il Beltran mezzala potrebbe trovare gli spazi giusti per fare la differenza.