Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / genoa / Copertina
Qatar 2022, Australia viva, Tunisia spenta; "kangaroo" vittoriosiTUTTOmercatoWEB.com
sabato 26 novembre 2022, 12:58Copertina
di Franco Avanzini
per Genoanews1893.it

Qatar 2022, Australia viva, Tunisia spenta; "kangaroo" vittoriosi

In campo il girone D con la Tunisia che chiede il pass all'Australia per proseguire nel sogno qualificazione. Aussi che cercano le fasce per andare al cross sfruttando l'altezza dei suoi attaccanti mentre i nord africani giocano maggiormente palla a terra con Laidouni quale elemento di maggior spicco, quello che viene maggiormente osannato dai suoi tifosi. 

Seppur sospinti dal pubblico i tunisini faticano a creare opportunità per sbloccare la partita. Australiani che cercano le verticalizzazioni anche se talvolta arrivano errori anche banali nei passaggi e nelle trame offensive. Lasciare però il pallino del gioco in mano all'avversaria non sempre paga. Ne approfittano gli oceanici per segnare di testa con Duke (serie B giapponese). Cala il silenzio per un momento sullo stadio qatariota.

Il nervosismo è palese tra i tunisini che non riescono a rendersi pericolosi. Palle lunghe, qualche trama ma avversari che anticipano sempre i giocatori offensivi non permettendogli di intervenire. 

Nella seconda parte di gara la manovra tunisina migliora; gli attacchi aumentano e la difesa australiana vacilla sempre più con spazzate alla "viva il parroco" che danno il senso di come l'Australia sia in affanno e non riesca più ad uscire palla a terra dalla propria metà campo. Il problema sta nel fatto che la Tunisia non approfitta della situazione di disagio australiano gettandosi all'attacco senza troppe idee. Così qualche occasione arriva ma nulla di realmente pericoloso per il portiere Ryan.

Gioca all'inglese l'Australia con tanto agonismo mentre la Tunisia cerca maggiormente il fraseggio. Ci mettono anima e cuore i tunisini alla ricerca del pareggio ma la difesa avversaria tiene perfettamente pur rischiando qualcosina in certi frangenti. IL risultato fiale tiene le due squadre ancora in corsa anche se per gli africani ci vorrà un vera e proprio colpo di genio.