Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / genoa / Copertina
Qatar 2022, Messi e Fernandez fanno rinascere l'ArgentinaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
sabato 26 novembre 2022, 21:57Copertina
di Franco Avanzini
per Genoanews1893.it

Qatar 2022, Messi e Fernandez fanno rinascere l'Argentina

E' la gara da dentro o fuori per l'Argentina. Chi l'avrebbe mai detto! Il Messico vittima sacrificale? Guardando i precedenti sembrerebbe proprio di sì visto che nei 31 precedenti solo in 4 di questi ha vinto la formazione del Centro America. UN arbitro italiano, Orsato, per una partita davvero che si gioca sul filo dei nervi con alcuni scontri non propriamente amichevoli. 

Lo spettacolo è sugli spalti. I tifoi delle due squadre danno voce al proprio sostegno per le due compagini. In campo la situazione è opposta. Zero conclusioni, zero spettacolo, zero gioco e le stelle argentine non si accendono. Chi si aspetta tanto da Messi rimane deluso. Un primo tempo da pulcino bagnato mentre i compagni non fanno certo meglio. Il Messico fa il suo, d'altra parte il pareggio potrebbe anche stargli bene ma pure dai centro americani ci si attenderebbe qualcosina in più, almeno nel senso della vivacità. 

Lentezza è la parola adatta da avvicinare alla manovra argentina, poche idee e una punizione da ottima posizione calciata alta sulla traversa da Messi. La serata dell'Argentina prosegue nella maniera che certamente nessuno si aspettava. Messico invece che ha temuto sul calcio piazzato ma non deve sudare troppo a frenare le iniziative avversarie. Mancano le occasioni da gol e mancano le giocate degli elementi più attesi.

Lionel Messi è un Campione di quelli che mai vanno sottovalutati. Dal suo piede sinistro radente parte un tiro che manda il pallone alle spalle di Ochoa. E l'Argentina, in qualche modo ma con l'unico uomo che doveva sbloccarla, passava a condurre la gara. Colpa anche di un Messico troppo rinunciatario che si è consegnato di fatto agli avversari per tutta la gara senza mai provare a pungere. 

Non c'è reazione messicana. L'Argentina sembra rinata, qualche scambio in velocità un Messi finalmente sbocciato dopo un primo tempo anonimo e cambi effettuati con acume tattico e capacità di buona lettura della partita. Così Enzo Fernandez va al servizio della squadra Sud Americana, entra e regala la tranquillità alla sua squadra con un grande tiro a giro.

Classifica gir. C: Polonia 4 punti, Argentina e Arabia Saudita 3, Messico 1