Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / genoa / Serie A
Coppa Italia, Genoa nel segno di Gudmundsson e Coda: 3-2 a Marassi e Benevento eliminatoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 8 agosto 2022, 19:43Serie A
di Andrea Piras
fonte Dallo stadio "Luigi Ferraris", Genova

Coppa Italia, Genoa nel segno di Gudmundsson e Coda: 3-2 a Marassi e Benevento eliminato

Buona la prima in Coppa Italia per il Genoa. I rossoblu di Alexander Blessin superano 3-2 il Benevento di Fabio Caserta e accedono ai sedicesimi di finale dove affronteranno la SPAL. Decisiva la doppietta di Gudmundsson e il gol su rigore di Coda mentre per i giallorossi hanno trovato il gol Glik e Karic.

Le scelte
Alexander Blessin conferma il 4-2-2-2 con Massimo Coda al centro dell’attacco supportato da Ekuban. Sugli esterni giocano Gudmundsson a destra e Portanova a sinistra mentre in mediana spazio a Frendrup e Badelj. In porta gioca Martinez con Hefti, Dragusin, Bani e Sabelli in difesa. Risponde Fabio Caserta con Letizia, Glik, Pastina e Foulon in difesa. In cabina di regia spazio a Viviani con Koutsoupias e Acampora ai lati mentre Improta, Forte e Vokic formano il tridente.

Genoa avanti di misura
I rossoblu partono subito forte con Coda che al terzo calcia dal lato destro dell’area di rigore e spacca la traversa. Al ventesimo arriva il secondo legno di giornata questa volta con Portanova che approfitta di un calcio da fermo per colpire di testa ma il pallone sbatte ancora sul montante superiore della porta di Paleari. Il gol però è nell’aria e al 35’ Coda serve un pallone invitante per Gudmundsson che da pochi passi realizza il vantaggio. Al 44’ ancora Gudmundsson riceve sempre da Coda, salta Paleari e realizza il raddoppio. Prima del riposo Glik di testa accorcia le distanze.

La chiuda Coda, segna Karic
La ripresa si apre con un’occasione per il Benevento che sfiora il pareggio con Forte che riceve da Koutsoupias ma mette il pallone a lato di un soffio. Sul ribaltamento di fronte è Ekuban che va vicino al gol con una conclusione in diagonale che termina sul fondo. Il 3-1 però è nell’aria e arriva con Viviani che atterra Sabelli in area di rigore. Il direttore di gara prima assegna la punizione dal limite e, dopo un consulto con il VAR, assegna la massima punizione che Coda trasforma sotto la Gradinata Nord. Nel finale c’è tempo per un’occasione per Farias ben fermato da Martinez, per una conclusione di Jagiello, fermato da Paleari e per il gol del 3-2 firmato Karic.