Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / genoa / Serie A
Gilardino: "Bello rivedere Lippi. Cosa serve per allenare? Ecco cosa mi ha detto"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 17:41Serie A
di Lorenzo Di Benedetto

Gilardino: "Bello rivedere Lippi. Cosa serve per allenare? Ecco cosa mi ha detto"

Presente alla giornata a Roma dedicata a Marcello Lippi, il tecnico del Genoa, Alberto Gilardino, ha parlato a Sky Sport, ricordando tra le altre cose la vittoria del Mondiale nel 2006 con l'ex allenatore come commissario tecnico, rivelando poi alcune parole che lo stesso Lippi gli ha detto nella giornata di oggi: "Bellissimo rivedere il mister, la sua famiglia e i ragazzi dei Mondiali 2006, oltre a coloro che hanno scritto pagine indelebili con la vittoria della Champions League nel 1996 della Juventus. È una giornata emozionante, ho sempre avuto un rapporto bellissimo con lui e abbiamo condiviso insieme un percorso incredibile.

Mi ha detto delle cose belle e speciali: per allenare bisogna creare un gruppo di uomini veri che si vogliono bene, leale e buono, che fa la differenza rispetto a tecnica e tattica, che vengono dopo".


Le parole di Gilardino su Retegui in Nazionale.
"Se in queste condizioni fisiche e mentali è un giocatore forte, ha un margine di miglioramento importante. Vive da vero bomber l'area di rigore, ha margini di miglioramento nella manovra, nel primo passaggio ma dentro l'area di rigore sente la porta e deve solo continuare a lavorare ed avere fame di migliorarsi. Da qui alla fine deve essere un crescendo per lui".