Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Primo piano
Barella-Bastoni, l'Italia mostra il suo cuore: 2-1 in rimonta sull'Albania. E Gigio ci salvaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 16 giugno 2024, 08:41Primo piano
di Marco Corradi
per Linterista.it

Barella-Bastoni, l'Italia mostra il suo cuore: 2-1 in rimonta sull'Albania. E Gigio ci salva

L'inferno è uno stadio rosso come il fuoco che ci tifa contro, con l'Albania che passa in vantaggio dopo 23 secondi per una rimessa laterale pasticciata tra Dimarco e Bastoni. Si apre così l'analisi della Gazzetta dello Sport sulla vittoria dell'Italia, che ha mostrato tutto il suo cuore nel debutto a Euro2024: un successo tinto di nerazzurro, con le reti di Basto e Barella per consegnarci i primi tre punti. Spalletti ha cambiato tutto, tornando al 4-2-3-1 e affidandosi al positivo Calafiori: gegenpress e calcio asfissiante per non far ragionare l'Albania, sublimato da un gigantesco Nicolò Barella.

Il nerazzurro ha fatto il primo regalo al piccolo Romeo, ultimo nato in casa-Bare, ed ha giocato una partita monumentale. Non doveva essere al 100%, è stato il migliore in campo per distacco col destro del sorpasso. Ma non solo: è stato regista e incursore, primo difensore e primo attaccante in un'Italia dal 73% di possesso palla nel primo tempo. Nella ripresa qualche patema d'animo in più, con Donnarumma a salvare il risultato al 91': voleva mettere anche lui la sua firma, in una gara sancita da qualche spreco (vedi alla voce Frattesi) e qualche calo di concentrazione di troppo. Ora la Spagna: con una vittoria, gli azzurri sarebbero già (quasi) primi nel girone.