Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Cagni durissimo sull'Italia: "Spalletti l'unico con personalità, ma non può giocare"TUTTO mercato WEB
mercoledì 26 giugno 2024, 00:45News
di Alessandra Stefanelli
per Linterista.it

Cagni durissimo sull'Italia: "Spalletti l'unico con personalità, ma non può giocare"

"L'emozione per il gol ed il passaggio agli ottavi di finale sicuramente c'è stata ma se vogliamo parlare della nazionale, credo che abbiamo una squadra con poca personalità; l'unico ad averla è l'allenatore ma lui non può giocare". Parla così l'allenatore Gigi Cagni, a Radio Marte, commentando la prova degli azzurri contro la Croazia: "I nostri calciatori in campionato sono supportati da molti giocatori stranieri di grande qualità e quindi emergono. Poi devo dire che faccio fatica a pensare che Di Lorenzo sia questo, ci saranno anche problemi fisici. Perché ha tirato fuori tutto quello che aveva negli ultimi 20-25 minuti e prima aveva avuto un ritmo molto basso, senza aggredire e con l'avversario che faceva un possesso di palla esasperato. Questo vuol dire che la squadra non è ancora al meglio fisicamente".

"Se Conte, allenatore esperto e vincente, ha accettato di firmare per il Napoli, lui sa che entro due anni vincerà qualcosa. L'annata del Napoli è stata difficile per un errore iniziale fatto dal presidente ma non si può dire che il Napoli non abbia un organico importante. Quindi se va via un giocatore importante sicuramente Antonio Conte ne prenderà un altro altrettanto importante".

"Tra i nuovi allenatori sulle panchine della Serie A sono curioso di vedere Vanoli che è stato un mio giocatore. Perché gli altri allenatori giovani sono tutti bravi e lo hanno dimostrato; prendi Gilardino e Italiano. E quindi mi farà piacere vedere Vanoli ma anche Baroni alla Lazio. Oltretutto anche lui è stato un mio giocatore al Verona. Raspadori? Credo debba giocare dietro le punte. Ma ti dico pure che è un giocatore che va lasciato libero di seguire le sue intuizioni".