Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / inter / Altre Notizie
LIVE TMW - Coronavirus, nuovo Dpcm in arrivo tra domani e martedì. CR7 torna e segnaTUTTOmercatoWEB.com
domenica 01 novembre 2020 23:10Altre Notizie
di Redazione TMW
live

Coronavirus, nuovo Dpcm in arrivo tra domani e martedì. CR7 torna e segna

23.10 - Locatelli: "Nel DPCM limiti a spostamenti tra regioni" - Nel nuovo DPCM saranno previste limitazioni agli spostamenti tra regioni. Lo ha affermato, ospite di Che Tempo Che Fa, Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Locatelli ha anche detto la sua sull'ipotesi di isolare gli ultrasettantenni: "Non ha senso. Vanno protetti perché sono più fragili".

20.14 - Domani comunicazioni di Conte in Parlamento - Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, lunedì 2 novembre terrà in Parlamento le comunicazioni sulla situazione epidemiologica e sulle eventuali ulteriori misure per fronteggiare l'emergenza da Covid-19. Gli orari sono i seguenti: ore 12 alla Camera dei Deputati, ore 17 al Senato della Repubblica. Lo scrive Palazzo Chigi in una nota diffusa alla stampa.

18.16 - Oggi in Italia 29.907 nuovi casi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 183.457 tamponi e individuati 29.907 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 378.129, 26.745 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 208 persone affette da Coronavirus per un totale di 38.826 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 378.129
Deceduti: 38.826 (+208)
Dimessi/Guariti: 292.380 (+2.954)
Ricoverati: 20.841 (+1.032) di cui in Terapia Intensiva: 1.939 (+96)
Tamponi: 15.967.918 (+183.457)
Totale casi: 709.335 (+29.907, +4,4%)


16.30 - Cristiano Ronaldo batte il Covid e lo Spezia - Sono bastati 126 secondi a Cristiano Ronaldo per far vedere che il Covid-19 è solo un ricordo. Subito in gol a Cesena, con la Juventus che torna in vantaggio sullo Spezia. Intuizione verticale di Morata per il portoghese, entrato in campo da poco più di un minuto e subito freddo nell'avanzare verso Provedel, scartarlo e depositare la palla in rete. Quarto gol di CR7, e Juve che passa in vantaggio per 2-1. Segui qui la sfida del Manuzzi, LIVE su TMW!

15.55 - Speranza: "DPCM su due orizzonti: misure nazionali e misure territoriali" - Nel corso del vertice Governo-enti locali ha parlato anche Roberto Speranza, Ministro della Salute. Di seguito le sue dichiarazioni riportate da Sky Tg24: "In queste 48 ore costruiamo insieme il DPCM su due orizzonti: misure nazionali e misure territoriali. Sul primo punto è vigente l'ultimo DPCM, possiamo anche alzare l'asticella nazionale su alcuni punti condivisi e su alcuni territori alziamo i livelli di intervento".

13.55 - Summit Governo-enti locali. Boccia: "Scuole, si decide su rt" - In corso un vertice tra il Governo e gli enti locali, in primis le Regioni, in vista delle misure che saranno inserite con il nuovo DPCM. Tra i tanti temi di discussione, oltre all'introduzione di lockdown mirati territorialmente, anche quello delle scuole. Tenerle aperte o no? A tal proposito, riporta Sky Tg24, si è espresso Francesco Boccia, Ministro per gli affari regionali: "Non si deve prendere una decisione univoca sulla scuola ma deve dipendere dal grado di Rt (indice di contagiosità, ndr) in ogni regione", ha detto Boccia, che ha poi ribadito ai governatori locali il supporto del Governo per eventuali nuove restrizioni alla mobilità o chiusure delle attività.

13.33 - Debolmente o falsi positivi? La differenza tra test UEFA e Serie A - Perché i giocatori bloccati dalla UEFA per una positività debole rientrano dopo pochi giorni e sono disponibili per la Serie A? La risposta, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport è da ricercarsi nei parametri e nelle tempistiche utilizzate per accertare la presenza del virus.

Qui l'approfondimento!

11.56 - Gioia Lazio, tutti negativi i tamponi - La Lazio, attraverso un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito, ha annunciato che "tutti i tamponi ripetuti nella giornata di ieri, in ottemperanza alle disposizioni normative applicabili, hanno confermato la negatività del gruppo squadra".

11.08 - Cairo: "Non sottovalutate il virus " - Urbano Cairo, presidente del Torino, è risultato positivo al COVID-19 ed è ricoverato da venerdì mattina all'ospedale di Torino. Il numero uno granata ha voluto lasciare un messaggio su Instagram per rassicurare tutti sulle sue condizioni: "Desidero innanzitutto ringraziare i medici e gli infermieri dell'Ospedale San Paolo che si stanno occupando di tutti i pazienti in modo eccellente. Ringrazio poi i tantissimi che mi hanno scritto e mi hanno fatto sentire davvero tanto affetto. Io sto abbastanza bene ma volevo dirvi una cosa importante: non sottovalutate questo virus . È davvero molto contagioso . Si prende facilmente. Mettete sempre la mascherina Ffp2 , proteggetevi, lavatevi le mani, usate l'igienizzante e state sempre a distanza. Non andate mai in luoghi affollati e state il più possibile lontano dalle persone più anziane. State in sicurezza il più possibile In bocca al lupo a tutti!"

10.40 - Nuovo Dpcm in arrivo - "Zone rosse" nelle aree dove l’Rt (l’indice di trasmissione) supera l’1,5, divieto di spostamento tra le Regioni, chiusura dei centri commerciali nel fine settimana, limitazioni per le altre attività commerciali, coprifuoco anticipato. Il governo accelera sulla stretta per provare ad evitare il lockdown nazionale. E mette a punto nuove regole e divieti da inserire in un Dpcm che potrebbe essere firmato tra lunedì sera e martedì. Anche il Comitato tecnico scientifico — convocato d’urgenza sabato pomeriggio — ritiene che non ci siano al momento le condizioni per bloccare l’Italia come avvenuto a marzo, né di fermare l’attività di intere Regioni. Suggerisce però di procedere subito con lockdown locali a livello provinciale. Lo riporta Corriere.it.

DOMENICA 1 NOVEMBRE

22:23 - Inghilterra in lockdown, ma la Premier League non si ferma - L'Inghilterra entra in lockdown per un mese, ma le grandi competizioni sportive proseguono. A comunicarlo è il ministro della Cultura britannico, Oliver Dowden, sui propri social: “Sarà consentito recarsi sul posto di lavoro. Ciò include anche lo sport d'élite che si svolge a porte chiuse”. Pertanto la Premier League, che la scorsa primavera durante la prima ondata è stata interrotta per tre mesi, proseguirà regolarmente.

20:32 - L'Inghilterra annuncia un nuovo lockdown - L'Inghilterra segue la strada tracciata da Francia e Germania ed entra in lockdown. Ad annunciarlo è il primo ministro Boris Johnson: dal 5 novembre al 2 dicembre il Paese britannico comincerà un periodo di lockdown nazionale per cercare di frenare la seconda ondata di contagi da Covid-19. La restrizione non comprenderà la chiusura delle scuole e delle università, che rimarranno regolarmente aperte. Saranno chiusi pub, ristoranti e negozi non essenziali. Sarà permesso lasciare la propria abitazione solo per ragioni specifiche di educazione, lavoro, spesa ed esercizio fisico. Alle persone vulnerabili viene chiesto dei minimizzare quanto più possibile i contatti. Se non agiamo ora" rischiamo di avere "migliaia di morti al giorno" tra alcune settimane, ha detto Johnson in una conferenza stampa evocando in quel caso "un disastro morale" per il servizio sanitario (Nhs) e il Paese. Il primo ministro ha difeso la scelta delle restrizioni locali adottate nelle ultime settimane, sottolineando "i costi del lockdown", ma di fronte ai nuovi dati ha formalizzato il via libera al lockdown bis da giovedì invitando di nuovo la popolazione a "restare a casa". Dal provvedimento sono al momento escluse Scozia, Galles e Irlanda del Nord che hanno l'autorità di decidere se attuare misure simili.

18.43 - Ancora Conte: "Vaccino in arrivo a dicembre, ma solo in primavera dosi per tutti" - Durante il Festival de Il Foglio, il Premier Giuseppe Conte è tornato anche a parlare del tanto atteso vaccino per il Coronavirus e delle sue tempistiche nel nostro Paese: "Confidiamo di averlo a dicembre ma bisogna comprendere che arriveranno qualche milione di dose per Paese, quindi dovremo fare un piano condiviso a livello europeo per intervenire sulle fasce più fragili e via via per le altre categorie. Per vedere gli effetti del vaccino dobbiamo aspettare la primavera quando, prevedibilmente, arriveranno le dosi per tutti", le dichiarazioni del Presidente del Consiglio riportate dall'ANSA.

18.02 - Conte: "Lavoriamo per capire se intervenire ancora" - Il Premier Giuseppe Conte, a margine del Festival de Il Foglio, ha commentato così la possibilità che il Governo adotti ulteriori misure restrittive per contrastare la seconda ondata di Coronavirus in Italia: "Per la portata di questa seconda ondata non c'è un manuale né una palla di vetro, i numeri sono molto preoccupanti in tutta Europa. I criteri sono: massima precauzione, adeguatezza e proporzionalità. Noi siamo sempre flessibili, stiamo lavorando per capire se si deve intervenire ancora", le dichiarazioni del Presidente del Consiglio riportate dall'ANSA.

17.45 - In Italia 31.758 oggi nuovi casi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 215.886 tamponi e individuati 31.758 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 351.386, 25.602 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 297 persone affette da Coronavirus per un totale di 38.618 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 351.386
Deceduti: 38.618 (+297)
Dimessi/Guariti: 289.426 (+5.859)
Ricoverati: 19.809 (+1.069) di cui in Terapia Intensiva: 1.843 (+97)
Tamponi: 15.784.461 (+215.886)
Totale casi: 679.430 (+31.758, +4,9%)


16.40 - Comunicato del Parma sui tamponi: ripositivizzazioni per due asintomatici del gruppo squadra - Parma Calcio 1913 comunica che il ciclo di tamponi effettuato a 24 ore dalla gara di oggi contro l’Inter ha dato esito positivo per due componenti del gruppo squadra: si tratta di due ripositivizzazioni in soggetti asintomatici. I giocatori rimarranno in isolamento e saranno sottoposti a nuovi controlli nelle prossime 48 ore. La società comunica altresì che un calciatore, dopo la recente ripositivizzazione, ha effettuato il test molecolare di controllo che ha dato esito negativo. Per questo motivo ha raggiunto il resto del gruppo squadra a Milano e sarà a disposizione per la gara di questo pomeriggio. I restanti membri del gruppo squadra che sono stati sottoposti al test ieri sera hanno dato esito negativo.

16.25 - Inter, Skriniar negativo al Covid-19 dopo l'ultimo tampone: ora l'idoneità, obiettivo Real Il difensore dell'Inter Milan Skriniar è risultato negativo al tampone eseguito ieri. Ora - riporta Sky Sport - è atteso dalla visita di idoneità, poi potrà provare a tornare disponibile per l’importante trasferta di Champions League di Madrid contro il Real (in programma martedì prossimo).

15.23 - Lazio, Immobile si allena: la lista completa. Confermato: la squadra parte per Torino E' iniziato da pochi minuti l'allenamento della Lazio, che stamattina ha effettuato un altro giro di tamponi al gruppo squadra. Intanto, da Formello, arrivano buone notizie sui giocatori rientrati per la seduta. Presenti Acerbi, Parolo, Pereira, Caicedo, Hoedt, Muriqi, Milinkovic, Strakosha, Reina, Immobile, Fares, Leiva, Luiz Felipe, Patric, Akpa-Akpro, Correa, Marusic, Radu, Franco, Novella, Czyz, Moro, Ndreka, Furlanetto. Gli assenti sono: Vavro, Djavan Anderson, Escalante, Luis Alberto e Lazzari. Alle 16:30, dunque, la partenza da Formello verso l'aeroporto di Fiumicino, alle 17:45 partenza del volo per Torino, dove la Lazio sarà impegnata domani in campionato.

14.25 - Lazio, blitz della Procura Federale stamani a Formello. Il programma della squadra non cambia - Il gruppo squadra della Lazio si sta sottoponendo a un nuovo giro di tamponi per capire quanti siano con certezza i positivi. La Lazio entra ufficialmente in "bolla", potrà muoversi esclusivamente per le partite (prossimo match in programma domani alle 15 contro il Torino). Non cambia però il programma: alle 14 allenamento, alle 16:30 partenza da Formello verso l'aeroporto di Fiumicino, alle 17:45 partenza del volo per Torino. Intanto, ispettori della Procura Federale sono presenti da questa mattina a Formello.

14.10 - CR7 guarito dal Covid, Pirlo: "Negativo anche al 2° tampone, ma non credo parta dal 1' domani" - La prima domanda per mister Andrea Pirlo, nella conferenza stampa alla vigilia del match di campionato con lo Spezia, è inevitabilmente sul ritorno di Cristiano Ronaldo dopo la tanto attesa negatività al Covid: "È andato tutto bene, è arrivata la negatività anche del secondo tampone. Cristiano sta bene e parte con la squadra. Non credo che scenda in campo dall'inizio, ma per noi è già importante averlo. Lui è un giocatore importante, si è allenato a casa ma non è la stessa cosa che farlo sul campo", le parole del tecnico della Juventus.

13.35 - Roma femminile, rinviata la gara di Coppa Italia a causa di 3 positività nello staff - La partita tra Roma Femminile e Roma Calcio Femminile di Coppa Italia è stata rinviata causa 3 casi di Covid nello staff facente parte del gruppo squadra. Nessuna calciatrice è contagiata, la squadra di Elisabetta Bavagnoli è in isolamento fiduciario e a stretto giro di posta farà nuovi test.

13.10 - Crotone, negativi i test rapidi effettuati stamani come da protocollo al gruppo squadra - Dopo la positività riscontrata ieri per Salvatore Molina, come da protocollo il gruppo squadra del Crotone è stato sottoposto questa mattina ai test rapidi che hanno dato per tutti esito negativo.

12.30 - Cittadella, mister Venturato positivo al Covid-19: il vice Gorini in panchina con il Monza L’A.S. Cittadella comunica che, in seguito agli ultimi tamponi effettuati dal gruppo squadra, sono stati riscontrati due casi di positività al Covid-19, uno dei quali riguarda Roberto Venturato. Per questo motivo l’allenatore granata oggi sarà sostituito in panchina dal vice Edoardo Gorini. La partita contro il Monza avrà inizio regolarmente alle ore 14.00.

12.25 - Cairo positivo al Covid-19. Il bollettino dell'ospedale: "Febbre ma non ha bisogno di ossigeno" Il presidente di Torino e Rcs, Urbano Cairo, è ricoverato da venerdì mattina all'ospedale San Paolo di Milano dopo essere risultato positivo al Covid-19. I medici hanno diramato un primo bollettino per fare il punto sulle sue condizioni: "Manifesta febbre non elevata e non necessita di ossigenoterapia". Si precisa inoltre che Cairo "è degente presso il reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale San Paolo - ASST Santi Paolo e Carlo, in quanto risultato positivo per Sars-CoV2. Il dottor Cairo - si legge ancora nella nota - sta effettuando gli accertamenti del caso".

12.21 - Hellas Verona, buone notizie per Juric: Koray Gunter negativo al tampone - Buone notizie per Ivan Juric, che potrà contare nuovamente su Koray Gunter, finalmente negativo al tampone. Questo il comunicato pubblicato dal sito ufficiale del club: "Hellas Verona FC comunica che gli ultimi test diagnostici per il Covid-19 effettuati da Koray Günter hanno dato esito negativo".

12.05 - La Lazio vuole giocare, il comunicato: "Oggi nuovi tamponi per individuare i calciatori impiegabili" - La S.S. Lazio comunica che dagli accertamenti di ieri, venerdì 30/10, sono risultati positivi ai tamponi molecolari alcuni componenti del gruppo squadra. Sulla base di tali risultati l’intera squadra ripeterà i controlli in data odierna al fine di individuare i calciatori impiegabili nella gara di domani tra Torino e Lazio. I soggetti risultati positivi sono stati posti in isolamento domiciliare mentre la squadra osserverà un periodo di quarantena sotto sorveglianza attiva da parte dello staff medico

11.28 - Juventus, ecco Cristiano Ronaldo. Il portoghese è alla Continassa: in giornata il provino decisivo - Cristiano Ronaldo è tornato. Dopo la negatività al Coronavirus ritrovata e annunciata annunciata ieri sera dalla Juventus, il portoghese stamattina - intorno alle 10 - ha fatto il suo ritorno alla Continassa per la prima volta dopo oltre 20 giorni. Il tampone negativo di ieri ha riscontrato la negatività dell’asso portoghese alla quale, per ritornare in campo, deve susseguire una visita di idoneità sportiva che l’atleta in questione deve superare. Clicca qui per la news completa.

09.50 - Crotone, buone notizie dal fronte Covid: negativi i due membri dello staff - Buone notizie in casa Crotone in vista della sfida con l'Atalanta. I due membri dello staff positivi al Covid, sono risultati negativi dopo gli ultimi test molecolari. Di seguito il comunicato del club: "Il Football Club Crotone comunica che i due membri dello staff, risultati positivi ai test di martedì, sono invece risultati negativi ai test molecolari effettuati nelle giornate successive".

SABATO 31 OTTOBRE

23.40 - Il Milan comunica: negativi i tamponi di Donnarumma, Hauge e Gabbia - "AC Milan comunica che Matteo Gabbia è risultato negativo al Covid-19 e domani si sottoporrà a screening medico prima di ricominciare l'attività sportiva. Il Club rossonero comunica altresì che Gianluigi Donnarumma e Jens Petter Hauge, che sono sempre stati asintomatici, sono stati testati con ulteriori tamponi che hanno dato esito di negatività. Informata l'ATS, i giocatori sono autorizzati a riprendere gli allenamenti".

22.30 - Gabbia esulta: "Negativo!" - Il 9 ottobre il Milan aveva comunicato la positività al Coronavirus di Matteo Gabbia, che in quel momento si trovava in Islanda con la Nazionale Under 21. Ventuno giorni dopo il giovane difensore rossonero è finalmente guarito, e ad annunciarlo è lui stesso nelle sue Instagram stories: "Negativo".

21.17 - La FIGC aggiorna il protocollo: "Sì al test antigenico" - La FIGC ha pubblicato l'"Aggiornamento dei protocolli allenamenti e gare per le squadre di calcio professionistiche, la Serie A Femminile e gli arbitri per la stagione 2020/2021". Il documento intende fornire alcuni chiarimenti e aggiornamenti dei Protocolli attualmente in vigore, elaborati a seguito della emanazione degli ultimi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, delle Ordinanze e delle Circolari del Ministero della Salute, nonché sulla base dei dati epidemiologici aggiornati e delle nuove acquisizioni scientifiche. Diverse le novità. Innanzitutto la possibilità di effettuare i test diagnostici di routine previsti 48 ore prima della gara e quelli necessari il giorno della gara in caso di individuazione di un calciatore positivo all'interno del "gruppo squadra" anche attraverso test rapidi di tipo antigenico e non solo con test molecolari, come fino ad oggi indicato. Ciò in linea con quanto espressamente previsto dalla Circolare 29 settembre 2020 del Ministero della Salute in merito all'"uso dei test antigenici rapidi per la diagnosi da infezione da SARS-CoV-2, con particolare riguardo al contesto scolastico" e al DPCM attualmente in vigore in materia di misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19 che, in tutti i passaggi in cui prevede l'effettuazione di test per l'ingresso in Italia da paesi con obbligo di quarantena, consente i test antigenici in alternativa a quelli molecolari. Un'altra novità riguarda gli aggiornamenti in materia di "durata e termine dell'isolamento e della quarantena" introdotti con circolare del Ministero della Salute del 12 ottobre 2020.

21.12 - Nessun nuovo positivo tra le fila dell'Atalanta - La squadra di mister Gasperini, dopo il secondo giro di tamponi, questo pomeriggio è partita alla volta della Calabria con l'esclusione di Cristian Raimondi, risultato positivo in mattinata. Nell’elenco non c’è neanche Robins Gosens, che ha avuto però un problema al polpaccio nella rifinitura e che per questo motivo non ha preso quindi parte alla trasferta di Crotone.

20.55 - Rinviata Sassuolo-Inter Primavera - Sassuolo-Inter Primavera è stata rinviata: a causa dei calciatori positivi nel settore giovanile (non Primavera) nerazzurro, di comune accordo i due club hanno deciso di non giocare la sfida inizialmente in programma domani.

20.37 - Cairo positivo al Coronavirus e ricoverato a Milano - Urbano Cairo, presidente del Torino e di Rcs, è positivo al Covid-19. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, questa mattina Cairo è stato trattenuto in osservazione presso l’ospedale San Paolo di Milano per tutti gli accertamenti e gli esami del caso e per iniziare la cura. Le sue condizioni di salute - si legge - sono abbastanza buone.

19.52 - Parma, due calciatori asintomatici si ripositivizzano: entrambi out domani con l'Inter - Il Parma Calcio 1913 comunica sui propri canali ufficiali che l’ultimo ciclo di tamponi ha dato esito negativo per tutti i componenti del gruppo squadra, fatta eccezione per due calciatori che sono risultati positivi e saranno indisponibili per la gara di domani contro l'Inter: si tratta di due ripositivizzazioni in due soggetti asintomatici. Gli atleti rimarranno in isolamento e saranno sottoposti a nuovi controlli nelle prossime 48 ore.

19.13 - Lazio, annullata la conferenza stampa di Inzaghi - La S.S. Lazio rende noto che la conferenza stampa del tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, alla vigilia della gara esterna di domenica 1° novembre contro il Torino, è stata annullata.

18.27 - Cristiano Ronaldo è guarito! - Cristiano Ronaldo è finalmente uscito dal tunnel del Covid-19: il portoghese, informa il sito ufficiale della Juventus, è guarito dal Coronavirus dopo oltre due settimane di isolamento tra Portogallo e Torino, rientrando così a disposizione di Pirlo. Beffardamente, il rientro avviene due giorni dopo la sfida al Barcellona del rivale Messi: "Cristiano Ronaldo ha effettuato il controllo con test diagnostico (tampone) per il Covid 19. L’esame ha dato esito negativo. Il giocatore dopo 19 giorni è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare".

18.05 - Nuovo caso nel Crotone: Salvatore Molina positivo e lievemente sintomatico - Il Football Club Crotone comunica sul proprio sito ufficiale che, in seguito ai test molecolari effettuati ieri, è stato rilevato un nuovo caso di positività al Covid-19 all’interno del gruppo squadra. Il tesserato, il calciatore Salvatore Molina, è lievemente sintomatico ed è stato immediatamente sottoposto ad isolamento domiciliare. Sono inoltre state attivate tutte le procedure previste dal protocollo in vigore.

17.21 - Oggi in Italia 31.084 nuovi casi di Coronavirus - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 215.085 tamponi e individuati 31.084 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 325.786, 26.600 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 199 persone affette da Coronavirus per un totale di 38.321 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 325.786
Deceduti: 38.321 (+199)
Dimessi/Guariti: 283.567 (+4.285)
Ricoverati: 18.740 (+1.125) di cui in Terapia Intensiva: 1.746 (+95)
Tamponi: 15.568.575 (+215.085)
Totale casi: 647.674 (+31.084, +5,04%)


15.42 - Nuovi tamponi in casa Atalanta - Dopo il caso di positività di Cristian Raimondi, collaboratore tecnico, l'Atalanta ha effettuato il secondo giro di tamponi alle 15.00: nelle prossime ore, dunque, arriveranno i risultati per quanto riguarda il gruppo squadra. Dopo gli esiti la compagine orobica partirà per la trasferta di Crotone.

14.32 - Oggi nuovo tampone per Ronaldo - Nella giornata di oggi Cristiano Ronaldo verrà sottoposto a un nuovo tampone che potrebbe renderlo disponibile per la sfida contro lo Spezia di domenica alle 15. Intanto il portoghese, sul suo profilo Instagram ha postato una foto scrivendo "kaizen philosophy", ovvero una filosofia che significa "cambiare in meglio".

14.19 - Un positivo nel gruppo squadra del Crotone - Anche in casa Crotone è stata annullata la conferenza stampa prevista per oggi del tecnico Giovanni Stroppa a causa di un caso di positività al Covid-19 nel gruppo squadra. Per lo stesso motivo la rifinitura è stata rimandata a questo pomeriggio.

14.00 - È Raimondi il positivo dell'Atalanta - È saltata quest'oggi la conferenza stampa di Gian Piero Gasperini. L'Atalanta ha infatti dovuto annullare l'incontro con la stampa a causa di una nuova positività emersa nel gruppo squadra: non si tratta di un giocatore, ma di Cristian Raimondi, ex bandiera della Dea che dal 2017 fa parte dello staff tecnico di Gasperini. Tutti adesso in casa nerazzurra si sono sottoposti a un nuovo giro di tamponi.

13.55 - Akpa Akpro in Francia per il passaporto: domenica ci sarà - Jean-Daniel Akpa-Akpro è a disposizione di Simone Inzaghi. Assente nell'allenamento odierno, così come Fares e Patric, l'ex centrocampista della Salernitana s'è assentato questa mattina per ragioni esclusivamente legate al passaporto: il calciatore classe '92 s'è recato in Francia per ritirare il passaporto che era stato appena rinnovato perché senza di esso non sarebbe potuto andare in Russia per giocare contro lo Zenit San Pietroburgo. Akpa-Akpro ha già fatto rientro nella Capitale, e a partire dai prossimi allenamenti sarà a disposizione.

13.29 - Annullata la conferenza di Gasperini - Salta la conferenza stampa di Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta che quest'oggi alle 13.30 avrebbe dovuto presentare la sfida di domani contro il Crotone valida per la sesta giornata di Serie A. Dall'ultimo giro di tamponi, infatti, è emerso un positivo al Covid-19 nel gruppo squadra. Si tratta, più nello specifico, di un membro dello staff tecnico e non di un calciatore. Tutti adesso in casa nerazzurra si sono sottoposti a un nuovo giro di tamponi.

13.20 - Tre positivi al Sassuolo - Altri tre casi di positività in casa Sassuolo: un giocatore e due membri dello staff. Questo il comunicato del club neroverde: "L’U.S. Sassuolo Calcio comunica che dai tamponi effettuati sono stati riscontrati tre nuovi casi di positività al COVID-19 nella Prima Squadra: un calciatore e due membri dello staff. I tesserati in questione, completamente asintomatici, sono stati prontamente posti in isolamento domiciliare. La Società continua a seguire l’iter previsto dal protocollo FIGC ed è in costante contatto con l’autorità sanitaria di riferimento e con la Lega di appartenenza".

12.55 - Lazio, fatti 70 tamponi - Sempre più a rischio la sfida Torino-Lazio, gara in programma domenica pomeriggio alle ore 15.00 valida per la sesta giornata di Serie A. Questa mattina Simone Inzaghi, oltre alla lunga lista degli indisponibili che già s'è vista contro il Club Brugge, ha dovuto fare a meno anche di Fares, Akpa-Akpro e Patric. L'allenatore biancoceleste, oltre ai due portieri, aveva quindi a disposizione dieci giocatori. A Formello s'è allenato anche Lulic, che però è infortunato e sta recuperando. Si giocherà, a questo punto, il match di domenica? Adesso è questa la grande domanda, con la Lazio che prenderà una decisione in giornata. La società questa mattina alla 9.00 ha fatto 70 tamponi, tra gruppo squadra e alcuni congiunti. E adesso attende l'esito degli stessi per poi decidere il da farsi.

12.36 - Cambia lo scenario: altre defezioni in casa Lazio. Ipotesi rinvio della gara col Torini - Sempre più defezioni in casa Lazio. Nella seduta di allenamento a due giorni dalla sfida contro il Torino, Simone Inzaghi ha svolto la seduta di allenamento con una rosa sempre più ridotta all'osso.
Oltre agli infortunati Lulic, Radu ed Escalante, assenti negli ultimi giorni per il focolaio di Covid-19 (non comunicato ufficialmente dal club) Strakosha, Cataldi, Immobile, Luis Alberto, Lazzari, Djavan Anderson, Leiva, Luiz Felipe, Armini. Questi gli assenti fino a ieri, perché oggi si sono aggiunti alla già lunga lista degli assenti anche Akpa Akpro, Fares e Patric. In campo, oltre ai portieri, erano quindi in undici giocatori della prima squadra e tra questi c'era anche Lulic, calciatore al lavoro per recuperare dall'infortunio e non in grado di scendere in campo.

La società ha svolto nuovi tamponi questa mattina alle ore 9.00 e ora è in attesa dell'esito degli stessi: dopo questi tamponi, il club deciderà se chiedere o meno alla Lega Serie A il rinvio del match di domenica contro il Torino.

Questa la lista dei presenti: Reina, Alia, Hoedt, Vavro, Acerbi, Marusic, Parolo, Milinkovic, Pereira, Correa, Caicedo, Muriqi più Lulic (indisponibile).

11.25 - Torino-Lazio, al momento rinvio difficile - Come annunciato da Igli Tare nel pregara della sfida contro il Club Brugge in Champions League, la Lazio sta valutando l'ipotesi di chiedere il rinvio della sfida contro il Torino a causa dei tanti casi di Covid-19 riscontrati tra i giocatori, ma La Gazzetta dello Sport di questa mattina reputa improbabile la possibilità che il club biancoceleste possa arrivare al requisito per chiedere lo spostamento della gara, che prevede che ci siano almeno 10 positivi. Nella giornata di oggi tutto il gruppo squadra di sottoporrà a un nuovo giro di tamponi e a quel punto Simone Inzaghi saprà ufficialmente su chi potrà contare per l'eventuale partita contro i granata.

VENERDÌ 30 OTTOBRE

19.40 - Parla il commissario Arcuri: "Contagi aumentati di 8 volte negli ultimi 21 giorni. Seconda ondata molto diversa dalla prima - "Non abbiamo problemi reali di affollamento della terapie intensive, ma abbiamo un grave problema di affollamento degli ospedali. Muoviamoci il meno possibile". E' l'appello lanciato quest'oggi dal Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, intervenuto in conferenza stampa per fare il punto sulla diffusione dell'epidemia in Italia. "I contagi - ha detto - sono aumentati di 8 volte rispetto ad appena 20 giorni fa e l'indice Rt raddoppia ogni settimana, questa è la realtà. "Il 21 marzo c'erano 6.557 contagiati, quel giorno morirono 793 italiani. Fino a quel giorno il 9% dei contagiati era morto e solo l'11% guarito. Fino a ieri, invece, il 6% dei contagiati purtroppo non c'e' più, ma il 47% è guarito. A marzo il 52% dei positivi si curava a casa, ieri il 95%. Il 7% era in terapia intensiva, ieri lo 0,6%. Siamo in un altro mondo, prima il virus correva più forte di noi, correva e uccideva. Ora lo inseguiamo e lo colpiamo. Stiamo vivendo un nuovo dramma, ma per affrontarlo dobbiamo capire quanto è diverso".

18.55 - Italia verso la fase 4 - I numeri sui contagi da Covid-19 in costante crescita ed il valore dell'indice di trasmissibilità Rt proiettano presumibilmente l'Italia verso lo scenario 4, l'ultimo ed il più grave previsto nel documento 'Prevenzione e risposta a COVID-19' redatto dall'Iss. Come riporta l'ANSA, è probabile che il valore di Rt abbia superato l'1,5 registrato la scorsa settimana e riferito al periodo 12-18 ottobre e il superamento di questa soglia è uno degli elementi che delinea lo scenario più grave dell'epidemia.

18.53 - Coronavirus, record di tamponi e di contagi - 201.452. Questo il numero di tamponi analizzati nel bollettino emesso dalla Protezione Civile nella giornata di oggi. Quest'oggi anche record di contagi in Italia: +26.831.

18.40 - Il Professor Galli: "Squadre in bolla per continuare a giocare" - "Il campionato di calcio? La creazione di bolle per le aree sottoposte a lockdown potrebbe essere un provvedimento che permetterebbe di continuare a far giocare Napoli, Inter e Milan". A dirlo ai microfoni di 'Radio Punto Nuovo' il Professor Massimo Galli, direttore di malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano. Per Galli c'è bisogno di decisioni più drastiche per provare a portare al termine la stagione: "Può essere una bolla di 3 settimane, anche di un mese, non fino al termine della stagione. Il post di Cristiano Ronaldo? Giovane, forte e ricco: può anche non crederci al virus, sarebbe da riderci se non fosse drammatica la situazione. Queste persone che hanno tutto questo seguito non dovrebbero creare ulteriore questo caos".

17.30 - Il bollettino della protezione civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 201.452 tamponi e individuati 26.831 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 299.191, 22.734 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 217 persone affette da Coronavirus per un totale di 38.122 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 299.191 (+22.734)
Deceduti: 38.122 (+217)
Dimessi/Guariti: 279.282 (+3.878)
Ricoverati: 17.615 (+1.098)
di cui in Terapia Intensiva: 1.651 (+115)
Tamponi: 15.353.490 (+201.452)
Totale casi: 616.595 (+26.831, +4,55%)

16.40 - Genoa, Brlek e Males negativi - Altri due giocatori negativizzati in casa Genoa: Petar Brlek e Darian Males non sono più positivi dopo l'ultimo tampone. Questo il comunicato del club: "Il Genoa Cfc comunica che Eldor Shomurodov e Davide Zappacosta in data odierna hanno svolto allenamento differenziato. L’esterno italiano ha rimediato una lesione muscolare al retto femorale della coscia destra. L’attaccante uzbeko, invece, ha riportato un problema al flessore della coscia destra. Allenamento differenziato anche per Mattia Bani, Luca Pellegrini e Stefano Sturaro, oltre a Petar Brlek e Darian Males, che hanno ripreso ad allenarsi dopo essere risultati negativi al Covid-19".

15.20 - Il premier Conte: "Diffusione del virus subdola e repentina. È il momento di restare uniti" - "È stato necessario adottare nuove misure con urgenza, perché la diffusione del virus è subdola e repentina. Non abbiamo mai affermato di essere fuori pericolo e da una costante condizione di necessaria allerta". Così il premier Giuseppe Conte, questa mattina a Montecitorio durante un'informativa urgente sul Dpcm del 24 ottobre recante ulteriori misure per il contrasto della diffusione dell'epidemia: "I dati indicano una curva epidemiologica in rapida crescita, con diffusione del virus su tutto il territorio. L'indice Rt ha raggiunto la soglia critica di 1,5 e il numero dei nuovi positivi è aumentato in maniera preoccupante. Risulta difficile per gli operatori tracciare in modo completo le catene di trasmissione e il quadro attuale sta determinando una pressione severa sul servizio sanitario. Clicca qui per la news completa

15.08 - Federica Pellegrini negativa - Federica Pellegrini non è più positiva al Covid-19. La nuotatrice italiana è infatti risultata negativa al tampone al quale si è sottoposta nella giornata di oggi e a darne l'annuncio è stata la diretta interessata sul proprio profilo Instagram.

14.48 - Parla Zhang - Il presidente dell'Inter, Steven Zhang, ha parlato a SportLab, giornata non stop per i 75 anni di Corriere dello Sport e Tuttosport."Sicuramente è un grande cambiamento, ma per risolvere il problema e per affrontare il mondo, bisogna risolvere un problema alla volta. Budget e guadagni nel settore calcistico ne sono influenzati, ma pensando al prossimo ciclo da tre-cinque-dieci anni, tecnologia e innovazione sono la soluzione. Osservando la possibilità di guadagnare pubblico, non solo con la tv, ma anche con i social media, i telefonini. Ci sono diversi step da analizzare. Qualcosa sta cambiando, i guadagni e il business model sta cambiando dai diritti televisivi alle nuove piattaforme digitali. Allo stesso tempo, visti i nostri prodotti, anche per gli scenari più internazionali come l'Asia e l'America, restare in contatti con i tifosi non solo fisicamente in Europa o negli stadi può incrementare i nostri guadagni".

14.40 - Lazio, domani altri tamponi - La Lazio sta valutando la possibilità di chiedere il rinvio del prossimo match di campionato contro il Torino, partita valida per la sesta giornata di Serie A in programma domenica alle ore 15.00. In casa biancoceleste - come noto - c'è un cluster di positivi al Covid-19 probabilmente superiore alle 10 unità (mancano comunicazioni ufficiali da parte del club) che ha costretto Inzaghi a disputare la trasferta in Belgio contro il Club Brugge - gara terminata 1-1 - con soli 13 giocatori della prima squadra. Dunque, la Lazio, per stessa ammissione del direttore sportivo Igli Tare - non sa ancora con quanti giocatori potrebbe, eventualmente, giocare a Torino. In questo senso - riporta Sky Sport - fondamentali i tamponi che verranno effettuati al gruppo squadra domattina: una volta arrivati i risultati (sempre domani in giornata o al più tardi sabato mattina), sarà possibile fare il punto della situazione e capire se ci saranno le possibilità per chiedere il rinvio (la condizione è che ci siano almeno 10 casi negli ultimi sette giorni dal primo caso di positività).

12.38 - L'appello di Ibra - Attraverso un video sul suo profilo Instagram, in collaborazione con la Regione Lombardia, Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, ha lanciato il suo appello contro il Covid-19: "Il virus mi ha sfidato e io ho vinto, ma tu non sei Zlatan, non sfidare il virus. Usa la testa e rispetta le regole: distanziamento e mascherina sempre. Vinciamo noi".

11.55 - Ronaldo prova il recupero - Archiviata la delusione per l'assenza contro il Barcellona, e anche l'infelice uscita sui test anti-Covid, Cristiano Ronaldo punta, almeno, lo Spezia. Il campione portoghese è ormai vicinissimo al termine della quarantena: con un tampone negativo sabato, potrebbe finalmente scendere in campo per i liguri. Una speranza sua e di tutta la Vecchia Signora: la frustrazione crescente per il confinamento è una gabbia da cui CR7 e tutta la Juve sperano di uscire presto.

11.29 - Gravina: "Chiesi piccoli aggiustamenti per il protocollo" - Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato a margine della riunione della Commissione presieduta dal professore Zeppilli con l'obiettivo di valutare la situazione di emergenza epidemiologica: "Abbiamo chiesto alcuni piccoli aggiustamenti per attualizzare il Protocollo, ma la sua efficacia passa dalla applicazione rigorosa".

11.12 - Parla il ct Mancini - Ospite di Sportlab, per i 75 anni di Tuttosport e Corriere dello Sport, Roberto Mancini ha parlato dei tifosi allo stadio in periodo di pandemia Covid-19: "Un calcio che starà forse un anno senza tifosi sarà un calcio molto diverso. Io sarei per fare entrare anche più persone allo stadio, perché se ce ne possono stare 1000 tutte distanziate in un settore ce ne possono stare 1000 anche in tutti gli altri settori".

11.02 - In Francia avanti solo i professionisti - La Federcalcio francese ha deciso di sospendere tutte le leghe, i distretti e le competizioni dei campionati National 2 e National 3, la seconda divisione femminile, la Coppa di Francia maschile e femminile e i campionati giovanili nazionali (maschile e femminile) fino a Martedì 1 ° dicembre. Le Leghe professionistiche, dunque compresa la Ligue 1 potranno invece proseguire la stagione. Anche la Nazionale giocherà regolarmente, sia maschile che femminile oltre all'U21.

10.09 - La procura FIGC fa visita a Lotito - Nella giornata di ieri il pm Chiné e gli ispettori della procura FIGC hanno fatto visita alla Lazio in seguito al focolaio che pare essere esploso all'interno dello spogliatoio biancoceleste. Le modalità con cui sono emersi i casi di Covid e la successiva comunicazione hanno fatto sorgere più di una domanda nonostante sia una prassi quella di seguire da vicino i casi di positività e il rispetto del protocollo (è stato fatto anche nei casi del Genoa, del Napoli e della Juventus). Gli ispettori hanno avuto un lungo faccia a faccia con il presidente Lotito dopo la decina di casi riscontrati dai tamponi UEFA. A riportarlo è Il Messaggero.

9.39 - Niente stop al calcio in Francia - La Francia va in lockdown ma non ferma lo sport professionistico. Ad annunciarlo è stato il ministro dello sport Roxana Maracineanu. Dunque rispetto alla prima ondata e al primo lockdown è salvo anche il calcio, con tutte le categorie professionistiche che proseguiranno non solo ad allenarsi ma anche a giocare partite nazionali e internazionali.

GIOVEDI' 29 OTTOBRE 2020

21.03 - La Francia torna in lockdown - La Francia torna in lockdown. Ad annunciarlo è stato Emmanuel Macron, con un discorso alla Nazione, con le nuove misure che scatteranno da venerdì e dureranno fino al 1 dicembre: "Abbiamo fatto tutto quello che era possibile, ma le misure prese ora non bastano più. La nostra situazione è condivisa con tutti i Paesi d’Europa, siamo sopraffatti dal Covid, siamo tutti sorpresi dalla violenza della seconda ondata. Il coprifuoco è stato utile ma non sufficiente. Ora non basta, non basta più. Il virus circola in Francia a una velocità che neanche le previsioni più pessimistiche avevano previsto".

20.24 - Tare: "Valutiamo il rinvio contro il Torino" - La Lazio sta valutando la possibilità di chiedere il rinvio del prossimo match di campionato contro il Torino. In casa biancoceleste c'è un cluster di positivi al Covid-19 probabilmente superiore alle 10 unità (mancano comunicazioni ufficiali da parte del club) che ha costretto Inzaghi a disputare la trasferta in Belgio contro il Club Brugge con soli 13 giocatori della prima squadra e che permetterebbe al club capitolino di giocarsi la richiesta di rinvio, possibile per una sola volta durante tutto il campionato di Serie A.
"Il pensiero ci passa, ma dobbiamo aspettare tutte le verifiche dei tamponi e venerdì tireremo le somme su tutta questa situazione", ha detto Igli Tare nel pre-gara di Club Brugge-Lazio.

18.42 - Bundesliga torna a porte chiuse - La Germania torna indietro e chiude le porte degli stadi ai tifosi. Secondo quanto riferito dalla DPA, la principale agenzia di stampa tedesca, nell'ambito di un generale appesantimento delle misure restrittive contro il contagio, a partire da novembre le partite di Bundesliga si svolgeranno senza presenza di pubblico.

17.50 - Lazio, parla il medico sociale - Il dott. Rodia fa il punto sul presunto focolaio in casa biancoceleste: "Per i protocolli della UEFA, la squadra è stata sottoposta ai tamponi prima della partita di Champions. Nei tamponi di venerdì si sono verificate alcune criticità. Malgrado questo, la società ha messo in isolamento questi casi presso il proprio domicilio per poi fare nuovi accertamenti e chiarire la situazione. Ci siamo tutelati e abbiamo tutelato i nostri tesserati. Li sottoporremo a ulteriori approfondimenti e chiariremo la situazione. La società ha predisposto l’isolamento per i tesserati interessati a queste criticità. Quelli che sono partiti sono tutti arruolabili. C’è un ottimo clima e siamo pronti per stasera".

17.32 - Skriniar rientrato in Italia - Milan Skriniar è tornato in Italia e nelle prossime ore si sottoporrà al tampone. Se lo slovacco dovesse risultare negativo svolgerà poi le visite di idoneità rientrando successivamente in gruppo, anche se non potrebbe essere disponibile per la gara contro il Parma, contrariamente alla sfida di Champions contro il Real del 3 novembre dove potrebbe essere convocato. Se invece il tampone dovesse dare ancora esito positivo, essendo passati i 21 giorni come da protocollo, l’Inter lo farà allenare da solo.

17.20 - Il bollettino della Protezione Civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 198.952 tamponi e individuati 24.991 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 276.457, 21.367 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 205 persone affette da Coronavirus per un totale di 37.905 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 276.457 (+21.367)
Deceduti: 37.905 (+205)
Dimessi/Guariti: 275.404 (+3.416)
Ricoverati: 16.517 (+1.151) di cui in Terapia Intensiva: 1.536 (+125)
Tamponi: 15.152.038 (+198.952)
Totale casi: 589.766 (+24.991, +4,42%)

16.42 - Nuovo positivo in casa Parma - Attraverso il proprio sito ufficiale, il Parma annuncia un nuovo positivo in seno alla squadra a poco più di un'ora dalla sfida di Coppa Italia contro il Pescara: "Il Parma Calcio 1913 comunica che il ciclo di tamponi effettuato a 24 ore dalla gara di Coppa Italia di oggi contro il Pescara ha dato esito negativo per tutti i componenti del gruppo squadra, fatta eccezione per un calciatore che è risultato positivo ed è indisponibile per la gara di oggi: si tratta di una ripositivizzazione in un soggetto asintomatico, il giocatore rimarrà in isolamento e sarà sottoposto a nuovi controlli nelle prossime 48 ore".

16.20 - Conte: "Siamo alla fase 3, misure severe ma necessarie" - Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante il question time di oggi alla Camera è tornato a parlare delle nuove misure restrittive adottate col nuovo Dpcm: "Siamo consapevoli che sono misure severe, ma sono necessarie a contenere i contagi. Diversamente la curva epidemiologica è destinata a sfuggirci completamente di mano. L'esperienza ci insegna che preservando la salute pubblica proteggiamo meglio il tessuto economico e produttivo del Paese. L'obiettivo è scongiurare un nuovo lockdown, che danneggerebbe in misura ancora maggiore l'economia del Paese".

15.49 - Roma, Fonseca: "Ridurre le partite per l'emergenza Covid-19? Non mi pare la soluzione giusta" - Ridurre le partite in ossequio all'emergenza Coronavirus? Non è una soluzione secondo Paulo Fonseca, tecnico della Roma, che parla così alla vigilia della seconda sfida di Europa League: "E' una situazione complicata. Tutte le squadre sono molto rigorose in questa momento. Ho fiducia nelle autorità che prendano la miglior decisione per il calcio. Non credo si debba cambiare nulla per un campionato più giusto. Sono sicuro che prenderanno la miglior decisione per il calcio".

14.21 - Cagliari, Giulini critica il Governo: "Profonda delusione nel rivedere gli stadi senza tifosi" - Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, ha criticato la decisione del Governo di chiudere nuovamente gli stadi senza dare la possibilità ai club di accogliere neanche i mille spettatori delle ultime giornate di campionato. Ecco il suo messaggio: "Profonda delusione nel rivedere gli stadi senza pubblico, nonostante le condizioni nelle quali si assiste alle partite siano di estrema sicurezza. Il calcio e i suoi 300mila lavoratori hanno bisogno dei tifosi allo stadio".

14.05 - Napoli Femminile, sale a sette il numero di calciatrici positive al Covid-19: la nota del club - Attraverso una nota ufficiale, il Napoli Femminile rende noto che "in seguito ai tamponi effettuati ieri, sono risultate positive al Covid-19 altre sei calciatrici e dunque il numero delle tesserate della prima squadra che hanno contratto il virus sale a sette. Positivo anche un membro dello staff tecnico. Di conseguenza, permane l’isolamento domiciliare per tutti gli altri appartenenti al gruppo squadra, che saranno nuovamente sottoposti a tampone naso-faringeo. Restano sospesi gli allenamenti".

13.20 - Galliani sul Covid: "Serve lealtà. Si fosse giocato Monza-Reggiana avrei chiesto io il rinvio" - Torna a vincere il Monza, e lo fa nella gara del terzo turno di Coppa Italia contro il Pordenone. Match che è stato commentato, a Binario Sport, dall'Ad del Monza Adriano Galliani che si soffermato anche sul tema Covid-19: "Tutti stiamo facendo il massimo per cercare di andare avanti e chiudere nei tempi, ma chiaramente questo torneo sarà condizionato dal virus. Noi siamo stati falcidiati dalle assenze, e altre squadre vivranno i nostri problemi: è un campionato già anomalo per l'assenza di pubblico, in più ci mettiamo le defezioni date dal Covid-19... penso alla Reggiana: avesse giocato contro di noi avrei chiesto anche io il rinvio del match, serve lealtà sportiva. Non è colpa della Reggiana se non ha 13 giocatori. So che scatenerò polemica, ma ci sono comportamenti che non fanno onore a tanti presidenti".

11.35 - Lazio, una buona notizia per Inzaghi: Pereira ha raggiunto la squadra in Belgio - Una buona notizia per la Lazio in vista della sfida di questa sera contro il Bruges. Come raccolto da TMW il tecnico biancoceleste potrò contare su Andreas Pereira. L'ex Manchester United è risultato "falso positivo" per questo motivo ha potuto raggiungere la squadra in Belgio. Questa sera sarà almeno in panchina.

11.20 - Napoli, 6 nuovi positivi al Covid-19 nel gruppo della Primavera. Il comunicato del club - Sei nuovi positivi nel gruppo Primavera del Napoli. Questo il tweet pubblicato pochi minuti fa dal club azzurro: "Il gruppo Primavera, in quarantena domiciliare da 11 giorni in seguito ad una positività precedentemente riscontrata, si è sottoposto ai tamponi che hanno rilevato la positività al Covid-19 di altri 6 soggetti".

10.50 - Positivi nel Como, alle 20 la sfida con la Juventus U23 - E’ stata posticipata alle 20 (era fissata per oggi alle 17.30) la sfida tra il Como e la Juve under 23: il club lariano ha comunicato la positività di alcuni membri del gruppo squadra e la necessità di effettuare un nuovo controllo tamponi immediato.

10.05 - Napoli, nota del club: tutti negativi i tamponi effettuati ieri mattina - Ancora una buona notizia in casa Napoli sotto il punto di vista dell'emergenza Covid. Come riportato dal club attraverso una nota ufficiale, sono risultati tutti negativi i tamponi effettuati al gruppo squadra ieri mattina: "Tutti negativi al Covid-19 i tamponi effettuati ieri mattina ai componenti del gruppo squadra".

MERCOLEDÌ 28 OTTOBRE
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000