Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Altre Notizie
TMW RADIO - Di Gennaro: "Napoli, episodi che potevano indirizzare diversamente la partita"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 4 dicembre 2023, 16:24Altre Notizie
di TMWRadio Redazione

TMW RADIO - Di Gennaro: "Napoli, episodi che potevano indirizzare diversamente la partita"

Maracanà con Marco Piccari e Stefano Impallomeni. Ospiti: Massimo Brambati, Antonio di Gennaro, Massimo Orlando
00:00
/
00:00
A Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è arrivato il momento dell'ex calciatore Antonio Di Gennaro.

Un commento sugli episodi dubbi di Napoli-Inter?
"Sono stati due episodi che poteva indirizzare diversamente la partita. Il secondo di Osimhen almeno andava rivisto, il primo ci può anche stare. Ho dei dubbi sul rigore non assegnato".


Ha vinto la squadra più forte ieri sera?
​​​​​​​"Ha vinto la squadra più forte ma gli episodi ieri sera hanno condizionato. Nel secondo tempo comunque ha giocato una squadra sola. Ha cambiato poco come giocatori il Napoli, ma la classifica ora è questa. Al di là degli episodi, l'Inter è la più forte".

Questa Inter oggi è più forte del Napoli dello scorso anno?
​​​​​​​"Kim era un punto fondamentale e non lo hanno sostituito adeguatamente. Ha fatto davvero la differenza ed è curioso pensare che solo un elemento cambi così tanto. L'Inter attuale è più completa, la vedo giocare e mi sembra che giochi a memoria. E' una squadra armoniosa. Anche il recupero col Benfica significa che hai un'anima, oltre che gli uomini".