Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Pellegrini: "Dopo il Triplete potevo ricomprare il club. Ne parlai con Moratti e Tronchetti"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
lunedì 22 aprile 2024, 12:08Serie A
di Simone Lorini

Pellegrini: "Dopo il Triplete potevo ricomprare il club. Ne parlai con Moratti e Tronchetti"

Ernesto Pellegrini, nel corso di una lunga intervista concessa a Repubblica, ha riannodato il filo della memoria ripensando allo Scudetto vinto da presidente dell'Inter: "I ricordi sono tanti e bellissimi. La notte sogno ancora i giorni dello scudetto. Al risveglio, impiego qualche istante a realizzare che è successo davvero. Lo stesso succede con la Coppa UEFA di trent’anni fa. Ed è incredibile come certe imprese uniscano gli uomini che le hanno compiute".

Quest’anno se n’è andato Andy Brehme.
"Ho organizzato un volo privato, di modo che i miei giocatori andassero a Monaco insieme per ricordarlo. Io stavo poco bene, ma sono andato a Linate a salutarli".

Li sente ancora?
"Li vedo! All’ultimo piano di casa ho un ristorante dove ricevo gli amici. Klinsmann, Berti, Bergomi, Serena. Un grande calciatore e una persona speciale. Per ringraziarmi del viaggio a Monaco, Aldo mi ha regalato un vaso di cristallo, opera dello scultore che ha realizzato il trofeo alzato da Sinner a Miami".


Nell’Inter di oggi, come team manager, c’è Riccardo Ferri.
"Un bravo ragazzo, come tanti in quel gruppo. Sono felice per lui, teneva tanto a tornare all’Inter".

Lei ha mai pensato di ricomprare il club?
"C’è stato un momento in cui sembrava potesse succedere, dopo gli anni del Triplete. Ne parlai con Moratti e Tronchetti, ma alla fine non se ne fece nulla".