Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Il passato saluta in campo, il futuro arriva alla Continassa: sarà un lunedì da leoni in casa JuventusTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
lunedì 16 maggio 2022, 08:02Primo piano
di Vincenzo Marangio
per Bianconeranews.it

Il passato saluta in campo, il futuro arriva alla Continassa: sarà un lunedì da leoni in casa Juventus...

Quasi come se ci fosse un appuntamento ormai fissato da tempo con il destino, in un lunedì di fine maggio in cui, per la prima volta dopo 11 anni, non c'è nulla da festeggiare, in casa Juventus tutto collima alla perfezione: una parte della storia arriva ai saluti, mentre la dirigenza avrà importanti incontri in sede per costruire un futuro importante. Una sorta di cerchio che si chiude e che di rimbalzo ne apre un altro. Due cerchi vicini, quasi come se si sfiorassero, in quello che sembra un balletto tra passato e futuro dove per futuro si intravede anche lo stesso passato.

Sarà il lunedì sera del ritorno di Maurizio Sarri, l'ultimo allenatore ad aver vinto in ordine di tempo uno scudetto in bianconero, è vero, ma anche il primo di una serie di sbagli commessi da una dirigenza che si era avventurata in scelte non all'altezza della storia del club. Sarà il lunedì dell''addio di Giorgio Chiellini, capitano di mille battaglie e simbolo della BBC, l'Università della difesa che ha regalato la stabilità fondamentale alla Juventus dei record. Un giocatore difficilmente replicabile per intelligenza, combattività e personalità eppure sarà da replicare, magari lavorando su de Ligt, certamente regalando al difensore olandese un altro centrale di valore simile. Anche se perdere Chiellini farà male al cuore. 

Sarà l'ultima notte all'Allianz di Paulo Dybala, si spegneranno le luci sulle sue giocate che sono state ultimamente sempre più impolverate da una finestra aperta su un futuro nebuloso, sempre senza certezze fino ai saluti finali. Non ci sarà indifferenza ma tante lacrime e molta rabbia, perché la storia poteva durare ed essere ancora più bella. Ma ripetuti errori di gestione reciproca, del giocatore e del club, hanno fatto finire la storia prima del tempo.

Passato e futuro, dicevamo. Sottolineando lo strano legame nel passaggio da una fase all'altra e qui ci mettiamo, per spiegarlo, l'appuntamento alla Continassa tra i dirigenti Juventus e Rafaela Pimenta (gruppo Raiola), Un incontro in cui si parlerà soprattutto di Paul Pogba per quello che potrebbe essere un clamoroso ritorno in bianconero. Un rinnovamento partendo dal passato, da quel giocatore cresciuto in bianconero e poi sparito di nuovo nel red del Manchester United. Da Paulo a Paul, manca una "O", quel cerchio che si apre e si chiude, e si tocca nel segno dell'amicizia di due giocatori che potrebbero alternarsi come se si dessero la mano in campo: uno entra l'altro esce, per cambiare una storia già scritta insieme. Un futuro che potrebbe ulteriormente cambiare già in questo lunedì quando alla Continassa con la Pimenta si parlerà anche di Kean (in uscita) e de Ligt (verso il rinnovo). Poche ore dopo ci sarà spazio per emozioni e lacrime e l'ultima apparizione all'Allianz di Chiellini e Dybala. Un altro pezzo di Juve che finisce negli archivi, altre due maglie che diventano da Museum. Ma la storia va avanti....