Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Il Codacons denuncia DAZN e chiede alla Lega di verificare se ci siano gli estremi per annullare il contrattoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 17 agosto 2022, 19:54Altre notizie
di Alessio Tufano
per Bianconeranews.it

Il Codacons denuncia DAZN e chiede alla Lega di verificare se ci siano gli estremi per annullare il contratto...

Come preannunciato nelle scorse ore, il Codacons ha sporto una denuncia nei confronti di DAZN presentandola alle procure di Roma e Milano, chiedendo alla Lega Serie A, tramite un esposto all'Agcom, di valutare le possibilità di revocare la cessione dei diritti di trasmissione del campionato alla piattaforma digitale. “Sebbene l’emittente abbia sin da subito fatto sapere di essere pronta a rimborsare gli utenti un eventuale rimborso non solo non sarebbe insufficiente ma evidenzierebbe con tutta evidenza l’inefficacia e l’inadeguatezza del servizio - si legge nella nota pubblicata dal Codacons -  Ad oggi, tanto la Lega Nazionale Professionisti quanto l’AGCOM non possono non prendere in considerazione le denunce degli utenti (che hanno sommerso i social network) quale segno di indignazione che ha raggiunto livelli altissimi, specialmente alla luce dei costi (per nulla ridotti) degli abbonamenti televisivi proposti dalla piattaforma. La Lega Calcio sembrerebbe aver permesso che la fiducia dei tifosi italiani venisse tradita una volta di più, e DAZN ha dimostrato di non essere all’altezza del servizio, come già evidente lo scorso anno. Parrebbero potersi sussumere nella fattispecie delittuose previste e punite dagli articoli 640 c.p. e 340 c.p., nelle caratteristiche declinate dalla giurisprudenza di legittimità in punto di truffa contrattuale e interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità”.

Il Codacons ha quindi diffidato DAZN dal riscuotere gli abbonamenti mensili se prima non risolverà definitivamente tutti i problemi tecnici che hanno afflitto la piattaforma e chiesto alla Lega di verificare se ci siano gli estremi per annullare il contratto sottoscritto.