Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / juventus / Primo piano
LIVE TJ - ALLEGRI: "Chiesa sta bene. Rabiot indisponibile per un colpo alla caviglia. Domani giocano Perin e Bonucci"
sabato 25 settembre 2021 15:01Primo piano
di Camillo Demichelis
per Tuttojuve.com
fonte Dall'inviato all'Allianz Stadium Camillo Demichelis

LIVE TJ - ALLEGRI: "Chiesa sta bene. Rabiot indisponibile per un colpo alla caviglia. Domani giocano...

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Sampdoria. TuttoJuve.com ha seguito l'evento in diretta

Come deve affrontare questa partita la Juve? Ci saranno dei cambiamenti?

"Dobbiamo affrontare questa partita giocando bene e facendo un passettino avanti in classica. Dopo aver vinto la prima in trasferta dobbiamo vincere anche in casa. Si ci saranno dei cambiamenti perché ci sono dei giocatori che hanno disputato anche 6/7 partite nell'ultimo periodo".

Riposeranno Dybala e Rabiot?

"Dybala non lo so, invece Rabiot riposerà sicuramente perché ha preso un colpo alla caviglia e non sarà convocato".

Come sta bene Chiesa?

"Chiesa sta bene e può giocare sia a destra che a sinistra. Domani vediamo dove metterlo ma si può cambiare anche a gara in corso".

Cosa ne pensa del fatto che la pressione ora è sulle altre squadre?

"Su Juve-Milan sono stato sincero, potevano darci la mazzata finale e ci hanno tenuto vivi. Ha ragione Sacchi che l'Inter, il Milan e il Napoli sono le favorite. Siamo in ritardo di classifica, abbiamo perso molti punti e adesso dobbiamo fare il nostro percorso senza guardare la classifica. Adesso abbiamo vinto lo scontro salvezza con lo Spezia, domani abbiamo quello a parità di punteggio con la Sampdoria. Poi vediamo alla sosta di novembre a che punto siamo. L'Inter ha vinto l'anno scorso, il Milan dal post covid è in testa a tutte le classifiche, il Napoli ha fatto cinque vittorie ed è normale che sia così. Per noi è una sfida stimolante tornare almeno in zona Europa League e poi da lì torniamo più avanti possibile. In una partita non si cambia niente. Abbiamo vinto con lo Spezia con tiri in porta su due deviazioni. Questo gol preso a campo aperto e siamo stati fortunati sul 3-1".

Domani può toccare a Perin? Domani premio per Bernardeschi?

"Contro lo Spezia quelli che sono entrati hanno fatto benino, questa però deve essere la normalitá. Premi non ci sono, non faccio la formazione in basi ai premi. Quando penserò alla formazione vedremo. Già con lo Spezia poteva giocare Perin perché è pronto e sta bene e sotto questo aspetto sono sereno".

Il 4-2-3-1 sarà il modul di questa Juve?

"Dipende dalle caratteristiche dei giocatori che scendono in campo. Dobbiamo migliorare contro lo Spezia per lunghi tratti della gara abbiamo fatto bene poi però abbiamo preso il pareggio. Cerco di far rendere al meglio i giocatori".

Kean può partire titolare?

"Abbiamo due punte lui e Morata domani mattina deciderò chi far giocare, però alla fine uno parte titolare e l'altro poi subentra quindi è uguale".

Può esserci una Juve senza Cuadrado e Locatelli?

“Nel primo tempo contro lo Spezia abbiamo fatto tanto. Locatelli sta facendo bene ma non scordiamoci che arriva dal Sassuolo dove gli obiettivi sono diversi e giocare Sassuolo-Milan è diverso dal viverla con la maglia della Juve. A livello di sforzo fisico e mentale è maggiore. Mercoledì è entrato nella ripresa, ma era nelle previsioni cambiare così al 45' alternando lui e Bentancur. Cuadrado viene da una serie di partite giocate in continuazione, l'ho portato a La Spezia perché se ci fosse stato bisogno sarebbe entrato. Poi magari le cose andavano bene nel primo tempo e non c'era bisogno di Locatelli, ho dovuto dividere la partita in due anche per dare un po' di riposo a Bentancur. Più si conoscono e magari giocheremo meglio"

Ti preoccupano tutti questi gol subiti? Come sta Chiellini?

"Chiellini sta bene. Per la legge dei grandi numeri inizieremo anche non prendere gol. Alla fine la Juventus avrà un numero di gol subiti inferiori rispetto a quello che sta subendo ora perché quando dobbiamo difendere nella nostra metá campo siamo anche ordinati e i ragazzi stanno migliorando".

Come state fisicamente?

"Quando le cose non vanno bene viene tirata fuori la condizioni fisica. Con il Milan  abbiamo sbagliato tanto tecnicamente nel secondo tempo e i nostri avversari hanno preso forza. Nel calcio poi si può anche difendere non si può attaccare sempre. Ci sono anche gli avversari e difendere fa parte di una partita di calcio. La squadra quando è compatta difende bene".

Cosa manca per vedere la Juve che ha in testa lei?

"Innanzitutto mancano i risultati perché così sale la nostra autostima. Ora abbiamo una settimana importante, in questo momento qui dobbiamo pensare alla Sampdoria che è una squadra ottima che concede poco con un tecnico bravo. Non sarà semplice, bisogna cominciare a scalare la classifica e miglioreranno le cose. Ci vuole calma, purtroppo abbiamo perso sette punti per strada e non deve capitare. Aver ribaltato la partita con lo Spezia è un fatto positivo. Se fai risultato la prestazione è brutta, se non lo fai anche la prestazione bella non conta. È una legge del calcio e voi lo sapete”.

Ramsey e Kulusevski: che posizioni hanno nella sua Juve?

"Ramsey è rimasto ai margini perché ha avuto un infortunio. Kulusevski può giocare da esterno ma secondo me è meglio in mezzo, diciamo che in questo momento è alternativo a Dybala”.

Questa storia del bel gioco associata alle critiche, la diverte?


“Questo mi diverte, alla fine bisogna fare un lavoro in cui serve migliorare i giocatori e fare risultati. Io preferisco essere criticato ma vincente. La compassione c’è solo per quelli che non vincono non per quelli che vincono. Preferisco essere criticato ma vincente ma soprattutto non compatito. E su questo bisogna arrivarci. È una regola della vita. Con chi si prova più compassione? Con quello che sta bene o che sta male? È normale. Quando sento le critiche, e io leggo tutto perché fa parte del mio lavoro, sono interessanti. Alcune sono costruttive e ci ragiono sopra, alcune mi servono per capire che devo fare il contrario. Mi diverte questo, altrimenti mi annoio. Sono molto legato a questa società ed è una scelta che ho fatto”.

Ci aiuta nella formazione?

"Domani giocano Perin e Bonucci".

Questa squadra non può prescindere da Bonucci?

"Bonucci è un giocatore importante e quando sta bene gioca. Leo è un giocatore che magari dice di esser stanco e poi quando si avvicina la partita sta bene. Sono contento dei quattro centrali che ho a disposizione".

​​​​​​Termina qui la conferenza stampa di Massimiliano Allegri 

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000