Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Il Fatto Quotidiano - I 19,5 milioni indichiarabili: accordi fra Juventus e CR7 sanciti da tre "carte"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 1 dicembre 2022, 11:53Serie A
di Simone Bernabei

Il Fatto Quotidiano - I 19,5 milioni indichiarabili: accordi fra Juventus e CR7 sanciti da tre "carte"...

Il Fatto Quotidiano racconta di aver avuto accesso alla oramai famosa "carta Cristiano Ronaldo" e nella sua edizione odierna ne analizza i contenuti, spiegando come in realtà le "carte" in questione siano tre. La prima carta inizia così: "Egregio Dos Santos Aveiro Cristiano Ronaldo..." ed il suo contenuto parte dal fatto che CR7 si sia ridotto lo stipendio, nel maggio 2021, di 19,5 milioni di euro lordi. Al suo interno viene spiegato come al giocatore sarebbero stati consegnati in seguito altri due documenti, precisando che il loro contenuto sarà "ritrascritto" sui moduli della Federcalcio indicando una data, ovvero luglio. In sostanza, con la prima carta, Ronaldo viene informato che riceverà altre due carte e che a luglio sarà tutto depositato in FIGC. La data di luglio è significativa, visto che farlo a maggio nel momento della stipula avrebbe comportato l'obbligo di segnalare tutto a bilancio. Così invece slitta al successivo.

Nella seconda carta si parla del possibile rientro di questa cifra, definendola una "integrazione salariale", o premio fedeltà, nel caso in cui CR7 a luglio sia ancora tesserato della Juventus. Se questa condizione si verifica, quindi, Ronaldo riceverebbe a rate nel corso dei mesi tutti i 19,5 milioni lordi, quelli della riduzione dello stipendio. E se invece il portoghese dovesse partire? Qua entra in gioco la terza carta, ma la sostanza non cambia: se non "matura" il premio della carta numero due, avrà diritto a "percepire" un "importo pari" al premio stesso come "incentivo all'esodo". Insomma, che fosse rimasto o che fosse partito, CR7 avrebbe comunque incassato i suoi 19,5 milioni di euro. Soldi che verosimilmente chiederà nel prossimo futuro. E a quel punto, la Juventus, come contabilizzerà tale esborso?