Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / lazio / News
Eriksson e la profezia sullo scudetto: "I miei ricordi più belli con la Lazio"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 17 maggio 2022, 09:15News
di Ludovica Lamboglia
per Lalaziosiamonoi.it

Eriksson e la profezia sullo scudetto: "I miei ricordi più belli con la Lazio"

Era il 14 maggio del 2000 quando la Lazio alzò al cielo il secondo titolo al cielo solo dove le aquile possono volare. Solo tre giorni fa è stato celebrato il ricordo dove l'allora squadra allenata da Eriksson vinse contro la Reggina in attesa del risultato della Juventus a Perugia. Come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, l'ex allenatore della Lazio si è espresso in merito alle emozioni vissute nello spogliatoio prima delle ore 18:04 quando la Lazio diventò Campione d'Italia«Ricordo la mezzora in spogliatoio con la radiolina aspettando che finisse Perugia-Juve. - ha dichiarato ErikssonNessuno si faceva la doccia, uno spogliatoio muto, paralizzato. Io camminavo, pensavo, del resto cosa altro potevo fare? Poi una festa meravigliosa e meritata. Se mi do un merito per lo scudetto del 2000 è che, nonostante tutto, un mese prima ci credevo davvero. Attorno a me quasi nessuno aveva quello stesso pensiero, il presidente Cragnotti era scettico e, invece, ripetevo a tutti: «Vedrete che succederà...».

L'ex allenatore della Lazio si è soffermato anche su Simone Inzaghi sottolineando come l'abbia stupito perché rispetto ad altri giocatori che ha allenato, gli sembrava meno portato per la panchina. Infine, Sven-Göran Eriksson ha concluso dichiarando che sia alla Lazio che ora all’Inter Inzaghi è riuscito a dare un’impronta precisa, un gioco piacevole.