Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / News
Serie A, è scontro tra Lotito e Casini: "Non siamo figli di un Dio minore"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoSalernitana.com
martedì 29 novembre 2022, 07:45News
di Daniele Rocca
per Lalaziosiamonoi.it
fonte La Presse

Serie A, è scontro tra Lotito e Casini: "Non siamo figli di un Dio minore"

Lorenzo Casini e Claudio Lotito sono stati protagonisti di un botta e risposta sul tema della rateizzazione delle tasse davanti alla 5a Commissione del Senato. Al presidente della Lega Serie A, che ha chiesto al governo la rateizzazione in 5 anni e senza sanzioni, ha replicato il patron della Lazio qui nelle vesti di senatore: "Creare nocumento al calcio significa crearlo al sistema. Indubbiamente il calcio è il veicolo più importante dal punto di vista mediatico, è un grande ammortizzatore sociale e nei momenti di difficoltà le persone si rifugiano nei risultati sportivi. Il calcio, però, non è figlio di un Dio minore. Secondo voi la possibilità di rateizzare per 5 anni senza interessi e senza sanzioni sarebbe risolutivo ai fini del problema? Questo non creerebbe disparità di trattamento?", ha domandato Lotito. "Questa misura non riguarda solo il calcio, ma è per l'intero sport italiano. La liquidità è mancata a tutti e il basket professionistico ad esempio è nelle stesse condizioni. Non ha senso farci risparmiare 9 mesi per avere liquidità e poi farci ridare tutti i 9 mesi in un'unica soluzione per avere nuovamente problemi di liquidità", è stata la controreplica di Casini.

Pubblicato il 29/11