Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / lazio / News
"Grande e maledetta", ecco la serie di Sky dedicata alla Lazio di MaestrelliTUTTO mercato WEB
martedì 5 dicembre 2023, 16:45News
di Jessica Reatini
per Lalaziosiamonoi.it

"Grande e maledetta", ecco la serie di Sky dedicata alla Lazio di Maestrelli

La Lazio del '74 raccontata e descritta da un altro punto di vista. Questo l'obiettivo di "Grande e maledetta, la Lazio del '74", uno speciale prodotto da Stefano De Grandis e che andrà in onda su Sky Sport, in tre puntate, a partire dal prossimo 5 gennaio.

Tanto si è detto di quella banda, del suo condottiero Tommaso Maestrelli, dei suoi eroi guidati da Giorgio Chinaglia. Di quel gruppo che diviso in due durante gli allenamenti e 'che se le dava di santa ragione', ma anche di quella squadra che rimarrà per sempre unica nella storia della Lazio e del calcio di quegli anni.

"L'idea di ricordare quella avventura in un documentario l'avevo da tempo. Lo spunto è arrivato dallo scadere dei 50 anni da quello scudetto del 1974, il primo della Lazio. Il 2024 come approdo giusto per celebrare quell’evento. Ma come farlo? Di quella squadra è già stato detto tutto. Allora abbiamo cambiato il punto di vista. Abbiamo utilizzato quello dei testimoni. Non solo i protagonisti principali, i reduci di quella squadra. Ma anche coloro che sono entrati in contatto con loro: oltre trenta persone tra familiari, amici come Nicola Pietrangeli o Bertolucci, giocatori avversari come Capello, Cordova o Damiani, giornalisti, tifosi, intellettuali, politici e storici, capaci di descrivere il senso di quello che accadeva: il carattere di quei ragazzi; la Roma violenta e festaiola; la lotta politica tra opposti estremismi, austerity e referendum per il divorzio; oltre agli aneddoti più divertenti vissuti dalla squadra nel quotidiano, tra campo di allenamento, ritiro, stadio o per le vie di Roma", queste le parole di De Grandis riportate da Sky Sport.