Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / News
Capello: "Nel 1997 tornai al Milan per riconoscenza nei confronti di Berlusconi. A lui devo tutto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
martedì 21 giugno 2022, 17:30News
di Antonio Tiziano Palmieri
per Milannews.it
fonte GameInsight

Capello: "Nel 1997 tornai al Milan per riconoscenza nei confronti di Berlusconi. A lui devo tutto"

Fabio Capello, ex giocatore e allenatore del Milan, ha rilasciato una lunga intervista per GameInsight in cui ha toccato ovviamente anche argomenti che riguardano i rossoneri. Sulla scelta di essere tornato al Milan per la stagione ‘97/’98, Capello ha detto:” Mi sono pentito di essere tornato al Milan. Avevo vinto il campionato al Real Madrid e chiesi al presidente di tornare al Milan perché me lo disse Berlusconi. Io devo tutto a Berlusconi. La mia carriera è partita grazie a Berlusconi. La riconoscenza è qualcosa a cui io tengo molto. Lui mi chiamò ma quando ritornai dopo un anno gli dissi che non mi sembrava una squadra adatta a vincere e infatti così fu. Mi dispiacque quando mi licenziarono perché poi l’anno dopo fecero una squadra per vincere il campionato. Merito dell’allenatore Zaccheroni, ma era una squadra che avevo programmato io. Mi sentivo un po’ mio quello scudetto. Sono stato contento di aver pagato un prezzo per riconoscenza”.