Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / Editoriale
Leao, gioia e dolore. Adesso tocca a Cardinale, anche per lo stadioTUTTOmercatoWEB.com
domenica 27 novembre 2022, 00:00Editoriale
di Andrea Longoni
per Milannews.it

Leao, gioia e dolore. Adesso tocca a Cardinale, anche per lo stadio

Il gol di Leao dopo 3 minuti al suo esordio al Mondiale ha confermato ancora una volta che siamo di fronte a un predestinato. E' stata una risposta importante a chi chiedeva al portoghese di fare la differenza non soltanto in Italia. Era chiaramente soltanto la prima partita, ma se il buongiorno si vede dal mattino...l

Assistere alla rete in tv ha provocato uno tsunami di emozioni per chi ha il Milan nel cuore. Positive, perchè tutto il popolo rossonero vuole bene a Rafa, che è un motivo di orgoglio. Negative, perchè l'esplosione nella rassegna mondiale rischia di rendere ancora più complicato il rinnovo. Prestazioni di alto livello col Portogallo sono una cattiva notizia per un Club che spera di prolungare il contratto a cifre 'umane', ma anche una bellissima notizia per una Società che potrebbe vedersi costretta a cederlo e spera a quel punto di massimizzare il ricavo. Dalla dichiarazione di Maldini al Festival di Trento "Buone possibilità di trovare l'accordo con Leao", sono passati ormai due mesi e nel frattempo la fiducia ha lasciato spazio alla preoccupazione. Visti i precedenti, molti tifosi sul tema sono addirittura rassegnati e questo è un gran peccato. Soprattutto visto che siamo di fronte a un nuovo corso: un nuovo proprietario, che dopo belle parole deve passare ai fatti e rendersi conto che il come finirà la vicenda legata al contratto di Leao rappresenterà forse il suo primo vero biglietto da visita. Dopo tanti anni il Milan ha un vero top player, perderlo, sul più bello, sarebbe un grande dispiacere: nulla a che vedere con gli addii dei vari Donnarumma, Calhanoglu e Kessie.

E allora, dopo aver consigliato al calciatore di proseguire in rossonero per continuare a crescere, citando anche l'infelicità dell'ivoriano come rischio in caso di separazione, è giusto appellarsi a Gerry Cardinale. Siamo arrivati al momento del dunque. Giusto pensare alla sostenibilità, ma è anche doveroso alzare il livello. Rinnovare Leao a cifre importanti, poi, non significherebbe sperperare, ma investire.

Dopo l'ennesimo ricorso sul futuro di San Siro, poi, ci chiediamo cos'altro serva per avviare un iter parallelo a Sesto San Giovanni.

Ricorsi, consiglieri della giunta contrari, politici a livello nazionale pronti a mettere i bastoni tra le ruote: what else?

Se per svoltare serve il nuovo stadio, allora svoltiamo in tutti i sensi...