Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
MN - Strasser: "Se mi giro e vedo quello che ho avuto dal calcio allora dico: ho vinto"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 22 maggio 2024, 21:30News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

MN - Strasser: "Se mi giro e vedo quello che ho avuto dal calcio allora dico: ho vinto"

Dici Rodney Strasser e pensi all'epifania del 2011, al gol al Sant'Elia contro il Cagliari che sblocca una partita complicata a cinque minuti dalla fine. Quel Milan, grazie anche a quel giovane centrocampista, proseguirà la sua strada che lo porterà al 18° scudetto. Oggi Strasser ha 34 anni, ha appeso le scarpe al chiodo dopo una carriera condizionata da alcuni infortuni che ne hanno frenato l'ascesa. Ma non è rimasto con le mani in mano ed è salito all'onore delle cronache negli scorsi giorni per aver aiutato un ospedale di Freetown, capitale della Sierra Leone, suo paese natale. Infatti grazie alla Fondazione che porta il suo nome, Strasser aiuta il suo popolo. Ne ha parlato con noi a MilanNews.it.

Qual è il tuo bilancio della carriera?
"Come prima cosa dico grazie a Dio perché nel mio paese sono anche l'unico che ha vinto il derby, il primo giocatore che ha rappresentato le leggende FIFA del mio paese nonché l'unico giocatore della Sierra Leone che ha vinto uno dei principali 5 campionati d'Europa. Certo, resto col dubbio su come poteva svilupparsi la mia carriera se non mi fossi infortunato. Ma se mi giro e vedo quello che ho avuto dal calcio allora dico: ho vinto. E grazie al calcio sto aiutando tanta gente e sono ancora oggi riconosciuto come un giocatore del Milan".