Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Borghi non ha dubbi: "Il calcio di Paulo Fonseca può adattarsi alla rosa del Milan"TUTTO mercato WEB
domenica 16 giugno 2024, 16:24News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

Borghi non ha dubbi: "Il calcio di Paulo Fonseca può adattarsi alla rosa del Milan"

Nel corso del primo appuntamento con il podcast di Cronache di Spogliaotio 'Euro Cronache', il giornalista di DAZN Stefano Borghi ha parlato anche di Milan soffermandosi sull'oramai ufficiale scelta del Diavolo di puntare su Paulo Fonseca come nuovo allenatore. Queste le sue dichiarazioni. 

"Torna in Italia dove insomma ha lasciato un ricordo non brillantissimo, però io ho rivisto in molti tratti dell'ultima stagione di Fonseca al Lille il calcio che faceva allo Shakhtar. E quello è un calcio molto apprezzabile, un calcio che può portare dei risultati, e ripeto, un calcio che può adattarsi alla rosa del Milan. Perché, ritornando sul discorso della comunicazione, e chiudendo, una delle poche cose un po' impattanti, importanti, che ha detto il Milan, soprattutto nella parte finale di stagione, è stato ospite da noi su SundayNight Squadre su DAZN Furlani, una sera ci dice: 'Non abbiamo intenzione di fare un lavoro enorme sul mercato perché il grande lavoro l'abbiamo fatto l'estate scorsa'. Quindi io mi immagino, collegando le parole di Ibrahimovic, 'Restano uno, due e tre', che il Milan farà sicuramente delle operazioni, irrobustirà la rosa, completerà delle cose, però non andrà a stravolgere le caratteristiche della rosa. Quindi avere un allenatore che si incastra bene con questo tipo di giocatori, secondo me è un passo lucido e giusto".