Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Euro 2024
Calzona: "Italia non inferiore alla Spagna. Spalletti? Ha una gestione feroce della squadra"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
giovedì 20 giugno 2024, 11:08Euro 2024
di Alessio Del Lungo

Calzona: "Italia non inferiore alla Spagna. Spalletti? Ha una gestione feroce della squadra"

La Slovacchia ha battuto 1-0 il Belgio all'esordio all'Europeo e finalmente sono arrivati anche gli elogi a Francesco Calzona, commissario tecnico della Nazionale. L'ex allenatore del Napoli, intervistato dal Corriere dello Sport, ha parlato così della gara di oggi tra Italia e Spagna: "Trovo che gli Azzurri non siano inferiori. Queste Furie Rosse non hanno il livello di quelle del passato".

Stiamo riempiendo di responsabilità Spalletti.
"Che mi ha fatto scoprire un sacco di cose nuove, soprattutto la sua gestione feroce della squadra e dell’ambiente".


Cosa intende per feroce?
"Lui non delega mai, tutto avviene sotto il suo controllo. Nulla gli sfugge. Ha una capacità unica di adattarsi a tutti gli ambienti e sa parlare alla squadra".

Cosa pensa sull'Italia?
"Ciò che dice Spalletti. È una squadra che non si deve distrarre, non può permettersi cali d’attenzione. Si parla tanto del palleggio degli spagnoli, il palleggio è nella loro cultura, ma non è che a noi la palla scotti. Barella sa giocarla, Jorginho, Cristante e Pellegrini anche. Gli esterni pure e i due centrali Bastoni e Calafiori non hanno paura di trattarla. Per non parlare di Di Lorenzo e Dimarco. Chi può garantire che, se abbiamo la palla noi, ce la portino via? Abbiamo qualità, l’uno contro uno, sappiamo giocare nello stretto".