HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Brevi
Cerca
Sondaggio TMW
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

Il segreto della Masia: il modello Barcellona copiato nel mondo

09.02.2013 04:30 di Redazione Tutto Napoli    per tuttonapoli.net   articolo letto 1186 volte
Fonte: Tuttosport
Il segreto della Masia: il modello Barcellona copiato nel mondo
© foto di Hernandez/Alterphotos/Image Sport

La sveglia suona alle sette meno un quarto. Prima della colazione, però, bisogna lavarsi e fare il letto. Non è la caserma, ma la Masia. Quando si celebrano i successi del Barcellona, frutto di quella che oggi è considerata la miglior cantera del mondo, molto spesso ci si dimentica di fare riferimento ai sacrifici e al sudore. «Non è facile arrivare in prima squadra». È questa la frase che gli educatori delle giovanili blaugrana ripetono
agli eletti. Perché se debuttare in prima squadra è proibitivo, ancora più difficile è entrare alla Masia. Ogni anno gli osservatori del Barça seguono circa diecimila calciatori. Di questi solo 50 (0,5%) compiranno il loro sogno. PAZIENZA Non dovrà avere fretta il Milan. Il “progetto cantera” avrà successo solo se inizialmente i risultati verranno messi in secondo piano. Il gioco brillante esibito dalla squadra di Guardiola , infatti, è il prodotto di tre decadi di duro lavoro. Negli anni Settanta, Laureano Ruiz convinse i dirigenti del Barça che bisognava unificare il sistema di gioco delle giovanili. A Ruiz però non fu permesso di contaminare la prima squadra. Ci riuscirono Johan Cruijff e Carles Rexach a cavallo tra gli Anni ‘80 e ‘90. E se l’olandese è considerato il guru del tiki taka blaugrana, il catalano ha il merito di aver scoperto Leo Messi , giocatore unico che ha sublimato il 4-3-3 attuale. Perché se la maggior parte dei giovani talenti ha bisogno di tempo per convincere lo staff tecnico, nel caso di Leo si trattò
di folgorazione. Rexach non volle perdere tempo e gli fece firmare il primo contratto su un tovagliolo di carta. CORAGGIO Il giocatore del Barça non nasce, si costruisce. I fallimenti di Ibrahimovic e Villa , due fuoriclasse indiscussi che non sono riusciti a integrasi negli schemi blaugrana, ne sono la prova lampante. La Masia, però, non è solo una scuola di calcio, bensì di vita. Qui i futuri Messi, Xavi o Iniesta studiano e imparano a convivere in una realtà multirazziale. A uno stesso tavolo della mensa non possono essere seduti più di tre ragazzi della stessa nazionalità. Bisogna integrarsi. Il segreto, però, è credere veramente in quello che si fa. Molte volte i genitori scelgono il Barça perché sanno che ai loro figli verrà data una possibilità. Al riguardo, Tito Vilanova , che qualche mese fa ha schierato un undici cresciuto interamente alla Masia, è stato eloquente: «Il nostro modello funziona perché abbiamo il coraggio di farli giocare».


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510