Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / parma / Esclusive ParmaLive
PL - Melli: "Iachini non ha fatto abbastanza. Io punterei su Gattuso"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giovanni Padovani
mercoledì 18 maggio 2022, 20:19Esclusive ParmaLive
di Donatella Todisco
per Parmalive.com

PL - Melli: "Iachini non ha fatto abbastanza. Io punterei su Gattuso"

Dopo l'esonero di Iachini, sono tante le incognite che riguardano il futuro del Parma. La speranza è quella di poter presto far chiarezza e trovare una guida idonea per raggiungere gli obiettivi prefissati. Abbiamo fatto un punto della situazione con Alessandro Melli, protagonista gialloblu a cavallo tra gli anni ottanta e novanta, in cui la formazione ducale ha raggiunto il massimo exploit. Ecco cosa ha dichiarato l'ex attaccante ducale ai microfoni di Parmalive.com.

Ritiene giusto aver esonerato Iachini?
"E' una domanda difficile. Posso dare una risposta da tifoso, basandomi su ciò che ho visto. Al contempo, però, occorrerebbe anche essere dentro il contesto per capire il lavoro di Iachini. Da un punto di vista esterno direi che non è giusto. Credo, comunque, che Iachini abbia fatto qualcosa, ma non tanto di più di quello che ci saremmo aspettati. A mio avviso troppo poco per meritarsi una riconferma, nonostante abbia avuto tante difficoltà. Non mi ha fatto impazzire dal punto di vista della gestione, dell'organizzazione, del gioco e anche dello spirito. Iachini ha fatto qualcosa in più rispetto a Maresca, ma non quello che ci si aspettava".

Ci son diversi nomi: Inzaghi, Zanetti, Gattuso e Grosso. Secondo Lei quale potrebbe essere il futuro tecnico del Parma?
"Personalmente ho una stima alta di Gattuso, quindi metterei al primo posto come probabile futuro allenatore del Parma lui. Sono convinto che con Gattuso vedremmo un lavoro che ben si delineerebbe sotto il punto di vista della personalità, della voglia, dello spirito di squadra e della responsabilità personale dell'allenatore. Quest'ultimo aspetto non l'ho visto con Iachini: poche volte l'ho visto prendersi la responsabilità di alcuni risultati. Mentre penso che Gattuso è un uomo che si assume le proprie responsabilità, anzi a volte si fa carico anche di quelle degli altri. La seconda scelta sarebbe Grosso: penso sia una valida opzione".

Quali aspetti potrebbero salvarsi di questa stagione?
"Non salverei nessun aspetto. Ma salverei quattro giocatori: Delprato, Buffon, Vazquez e Bernabé. Tutto il resto è da cancellare o sicuramente da cambiare. Visto che la presidenza non si può cambiare, cambierei tutto il resto".

Chi l'ha colpita in maniera sorprendente tra i giovani del Parma?
"I giovani che più mi hanno colpito sono Bernabé e Delprato".

Da chi ripartire per la prossima stagione?
"Ripartirei da Gattuso come allenatore. Inoltre ripartirei da Alessandro Lucarelli: lo farei rientrare come membro attivo nel piano dirigenziale del Parma, ma anche dentro lo spogliatoio. Lui è l'unico dirigente serio e l'unica persona di spessore che c'è a livello di prima squadra. Poi ci sono dei buoni dirigenti anche nel settore giovanile come Filippo Galli, secondo me è un buon prospetto".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA