Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / perugia / News
Il racconto della partita Torres-Perugia di ieri pomeriggio
lunedì 19 febbraio 2024, 17:00News
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

Il racconto della partita Torres-Perugia di ieri pomeriggio

Scrive Francesca Mencacci su La Nazione che un'altra trasferta da archiviare con grande amarezza. Lo scontro diretto se lo aggiudica la Torres, su rigore, con il campo che ha detto però che tra le due formazioni non ci sono dieci punti di differenza. Un intervento scomposto di Kouan (dopo l’ingenuità di sette giorni fa col Sestri Levante), un’occasione sprecata clamorosamente da Seghetti e anche un atteggiamento generale poco veemente hanno fatto sì che la Torres raggiungesse il suo scopo, anzi che andasse oltre le attese. Perché ai sardi, probabilmente, sarebbe bastato anche il pari per allontanare la minaccia biancorossa. Una sconfitta che costa l’assalto al secondo posto, per fortuna non compromette il terzo, visto che la Carrarese pareggia sul campo dell’Ancona (i dorici trovano il 2-2 al 94’) e si porta tre punti avanti ai biancorossi. Insomma, non resta che attendere che Formisano abbia il gruppo al completo, perché anche la stanchezza ha avuto il suo peso. E pensare che la prima occasione è del Grifo, con Seghetti che si crea e poi vanifica una ghiottissima chance al 15’ del primo tempo e consente alla Torres di restare in partita. Il gol vittoria arriva al 32’ della ripresa, su rigore di Diakitè, che a 14 anni giocava nel Madonna Alta, sceso in campo per lo stop nel riscaldamento di Fischnaller.

Il fallo lo commette Kouan anche se l’errore parte da lontano. Balza all’occhio quello del centrocampista, stavolta sfortunato nell’intervento scomposto. Il Grifo si gioca male la chance di accorciare le distanze, perché dopo un avvio interessante, abbassa il ritmo, non trova soluzioni e non ne cerca di alternative, non punge in attacco e permette ai sardi di mantenere il controllo del match fino all’episodio chiave. Nel primo tempo il Grifo si crea la chance in contropiede di Seghetti (15’) che si costruisce l’azione e poi a tu per tu con Garau calcia clamorosamente fuori, poi replica al 19’ con Kouan su cross di Dell’Orco. Il Grifo dopo 20 minuti cala di intensità, la Torres si fa viva con Dametto (41’), soprattutto con Diakite che di testa non inquadra la porta. Nella ripresa ci prova Dell’Orco (17’), al 31’ il fatto che cambia il match: Kouan si avventa su Ruocco, l’arbitro da due passi dice che è rigore: Diakitè non sbaglia. La Torres si copre, Formisano mette dentro tutte le punte, Grifo col 4-2-4 ma non basta. Al termine il saluto ai tifosi presenti: dovevano essere 91 ma il gruppo della Brigata per imprevisti tecnici non è riuscito a partire.