Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / perugia / Serie C
La Top 11 del Girone B di Serie C: Guerra nella storia della Lega ProTUTTO mercato WEB
Simone Guerra
© foto di Filippo Venezia/Uff. Stampa Feralpisalò
martedì 5 marzo 2024, 07:05Serie C
di Luca Esposito

La Top 11 del Girone B di Serie C: Guerra nella storia della Lega Pro

E’ andata in archivio la 29^ giornata nel Girone B di Serie C. Questi i risultati:
Cesena-Entella 4-0
Pineto-Carrarese 0-0
Torres-Pescara 4-1
Fermana-Olbia 2-1
Juventus NG-Gubbio 2-2
Vis Pesaro-Pontedera 0-1
Arezzo-Ancona 3-0
Perugia-Recanatese 1-0
Lucchese-Rimini 2-1
Sestri Levante-SPAL 2-3

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 3-3-4:


Adamonis (Perugia): remake della gara con la Fermana, con gli umbri che la vincono soltanto allo scadere e che evitano guai peggiori grazie alle parate del proprio portiere. Stilisticamente un gran bel vedere, giocatore quanto meno da serie B.
Quirini (Lucchese): Disanto è in giornata di grazia e sforna cross a ripetizione, su uno di questi è bravo ad avventarsi prima di tutti e a mettere il pallone alle spalle di Colombi. Bel duello con Morra.
Espeche (Pontedera): la Vis Pesaro ha giocato una buona partita ed è stata necessaria una prestazione di livello da parte della retroguardia. Lui, in particolare, ha tolto le castagne dal fuoco con una serie di anticipi decisivi in piena area piccola. Al 93', quando la partita sembrava incanalata sullo 0-0, è bravo ad anticipare Neri in uscita
Morelli (Gubbio): ci accompagnerà per tanto tempo l'amletico dubbio: era un cross o un tiro? E' stato un grande gesto tecnico o la fortuna gli ha dato una mano? Il destro al volo di prima intenzione conferisce al pallone una traiettoria anomala che lascia di sasso Scaglia.
La Rosa (Olbia): una sconfitta a Fermo sarebbe stata deleteria. Per la classifica e per il morale. Proprio mentre l'arbitro stava per fischiare la fine, ecco che pesca il proverbiale jolly dal cilindro per un 2-2 che tiene vive le speranze salvezza. Ed è una mazzata tremenda sul piano psicologico per la formazione di Protti.
Maistro (Spal): abbiamo già detto in passato che è un calciatore di categoria superiore, lo ha dimostrato ai tempi della Salernitana di un certo Gian Piero Ventura. Uno che certo non getta i giovani nella mischia per caso, soprattutto in una piazza di quella importanza. Trovata la continuità necessaria, il centrocampista ex Rieti sta aiutando gli estensi a uscire dalle sabbie mobili della classifica. Con bravura, caparbietà e qualità segna una rete pesantissima.
Iannoni (Perugia): forse la miglior prestazione stagionale per il centrocampista biancorosso che, quasi certamente, l'anno prossimo farà rientro a Salerno per giocarsi un posto da titolare soprattutto in caso di serie B. Fa girare il pallone con qualità, senza mai forzare le giocate. Chiude addirittura terzino.
Gaddini (Arezzo): super prestazione per l'attaccante che, nel 4-2-3-1, parte largo con possibilità di accentrarsi per calciare a rete. In una di queste circostanze trova la rete del vantaggio e solo due buoni interventi di Perucchini non gli consentono di concedere il bis.
Guerra (Juventus N.G.): entra nella storia come miglior marcatore del girone B della Lega Pro: raggiunge e supera Arma toccando quota 62. Capitalizza al massimo un assist perfetto di Turicchia, ne fa un altro di testa su precisa assistenza di Rouhi.
Kargbo (Cesena): ottava vittoria consecutiva per la schiacciasassi della Lega Pro, una squadra che sta facendo il vuoto al netto dell'ottimo percorso della Torres. Se sui primi due gol c'è tanto di Shpendi, il terzo è un'autentica gemma: avversari saltati come birilli e tiro angolatissimo sul secondo palo. Standing ovation.
Zecca (Torres): l'intesa con Ruocco è vincente, i due costruiscono da soli le quattro reti della squadra rossoblu. Due gol, tre tiri pericolosi verso lo specchio della porta, un assist, tante punizioni conquistate. Devastante.
Domenico Toscano (Cesena): l'ottovolante bianconero non si ferma più, l'ennesima vittoria stagionale sembra quasi non fare notizia. Invece darne 4 all'Entella, teoricamente accreditata per la vittoria finale, è l'ennesimo segnale di una superiorità tecnica incredibile.