Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Parla (anzi... scrive) Giuseppe Addamo Raffaele...
domenica 10 dicembre 2023, 21:08Primo Piano
di Redazione
per Tuttopotenza.com
fonte Web

Parla (anzi... scrive) Giuseppe Addamo Raffaele...

CON UN COMUNICATO L'EX ALLENATORE DEL POTENZA ESPONE LA SUA VERSIONE

A risposta di quanto esposto durante la conferenza stampa che ieri il presidente del Potenza Donato Macchia ha tenuto per fare il punto della situazione, l'ex allenatore del Potenza Giuseppe Raffaele ha voluto puntualizzare la propria versione e lo ha fatto tramite un comunicato diramato nella giornata di oggi. Nel comunicato l'ex trainer rossoblu smentisce i problemi personali "Nessun dramma familiare affligge i miei cari" e di questo siamo contenti anche noi della redazione di Tuttopotenza. In realtà, la richiesta di risoluzione contrattuale era stata già avanzata alla società nella giornata di mercoledì durante la telefonata a Nicola Macchia, Raffaele afferma che: "avevamo proposto la risoluzione consensuale del contratto economico: ad un suo diniego ed ulteriore offerta", chiaro anche il coinvolgimento della procuratrice Patruno, probabilmente la Dea ex machina che avrà indirizzato il mister verso altro e... altrove.

Il mister peloritano preferisce, per rispetto contrattuale, dare "esecutività alla convocazione del 6 dicembre, in modo che potessi decidere in piena serenità incontrando di persona le parti". La sera del mercoledì confermato l'incontro con il presidente Donato Macchia e i dirigenti, "al termine si era addivenuti ad una intesa, ma avevamo rinviato la firma del contratto e tesseramento alla mattina seguente, per dei problemi tecnici", continua Raffaele.

Mancano le condizioni. Si dice che la notte porta consiglio e la mattina del 7 dicembre Mister Raffaele decide di non accettare la proposta del Potenza: "La mattina del 7 dicembre, ho incontrato il Presidente D. Macchia al quale ho argomentato la decisione che avevo maturato durante la notte, dopo lunghe riflessioni: la volontà di recedere dal contratto economico che mi legava al Potenza Calcio".

"Ho spiegato -continua Raffaele nel comunicato- che, dopo l’incontro della sera precedente, non vi fossero le giuste condizioni per riprendere un cammino interrotto bruscamente a giugno, non da me, e che a queste criticità si affiancavano dei miei problemi personali, la cui soluzione sarebbe giunta nei due giorni seguenti. Le congiunzioni di queste componenti mi hanno portato a declinare la nuova proposta".

La conclusione. "Purtroppo leggo delle considerazioni e ricostruzioni fantasiose, spero che da questo momento in poi non si parli più di questo argomento. Resto sempre molto legato alla piazza di Potenza e rispetto la tifoseria che mi ha sempre dimostrato grande affetto. Auguro al Potenza le migliori fortune calcistiche. In fede Giuseppe Raffaele”.

Questo argomento è sicuramente chiuso anche perché, lo sa bene Raffaele: "Passano i presidenti, gli allenatori e i calciatori, ma il Potenza resterà per sempre nei nostri cuori", è il motto dei tifosi rossoblu e anche Raffaele fa parte del passato. Ora bisogna guardare avanti.