Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / roma / Serie A
Le italiane cadono in Europa, ma non demeritano. Quarti in vista per la Roma, meno per la JuveTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 dicembre 2022, 08:30Serie A
di Tommaso Maschio

Le italiane cadono in Europa, ma non demeritano. Quarti in vista per la Roma, meno per la Juve

Le italiane tornano dalle rispettive trasferte europee con le ossa rotte sul piano del risultato, ma con la consapevolezza che il distacco dalle big non è più così ampio come in passato. La sconfitta più dolorosa, anche per la classifica, è certamente quella della Juventus all’Emirates Stadium di Londra. Il gol di Miedema a metà primo tempo è bastato a un Arsenal con diverse defezioni importanti, su tutte Beth Mead, per vincere e confermarsi come prima di un girone davvero tosto che vede solo lo Zurigo come anello debole. La Juventus ancora una volta ha creato tanto, ma finalizzato poco, un problema che si trascina da inizio anno e che ancora non è stato risolto nonostante un reparto di prim’ordine li davanti. Le bianconere però se la sono giocata a viso aperto e quasi alla pari contro una delle candidate alla vittoria finale e possono tornare in Italia con la consapevolezza di essere ancora cresciute a livello internazionale. Ora, salvo scivoloni imprevisti, tutto si giocherà all’ultima sfida in casa delle campionesse in carica del Lione dove la Juve spera di arrivare con un punto di vantaggio, ora è sotto di due, per mettere maggiore pressione alle transalpine che però dalla loro hanno esperienza da vendere e soprattutto sono determinate a far male all’Arsenal e vendicare la pesante sconfitta subita in casa all’esordio.

La Roma invece cade a Wolfsburg con un passivo più pesante, 4-2 il finale per le tedesche, che penalizza oltre i propri demeriti le giallorosse che a parte un paio di sbandamenti – letale quello a inizio ripresa – hanno comunque tenuto testa a una squadra di livello superiore. Con maggiore attenzione in difesa e più lucidità la squadra di Spugna avrebbe potuto portare a casa anche un punto, ma è anche da queste sfide che aumenta la fiducia e la consapevolezza nei propri mezzi come sottolineato dal tecnico nel post gara. Il pareggio fra le altre due squadre del gruppo è stato certamente ben accolto dalle capitoline che possono gestire un vantaggio di tre punti dal terzo posto e chiudere già nel prossimo turno il discorso qualificazione ai quarti di finale, visto che ospiterà fra le mura amiche il St. Polten. Per la Roma, esordiente nella competizione, è un’occasione ghiottissima da sfruttare per dare continuità anche all’ottimo cammino in Italia che le vede in vetta alla classifica.