Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Calcio femminile
Barça-Roma 5-1, le pagelle: Rolfo imprendibile, Leon da manuale del centrale. Si salva LinariTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 30 marzo 2023, 05:50Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Barça-Roma 5-1, le pagelle: Rolfo imprendibile, Leon da manuale del centrale. Si salva Linari

BARCELLONA-ROMA 5-1
11’, 45’+2’ Rolfo (B), 33’ Mapi Leon (B), 46’ Oshoala (B), 53’ Gruijarro (B), 58’ Serturini (R)

BARCELLONA
Panos 6 - Impegnata più a fare da libero che fra i pali. Esce sempre in maniera tempestiva e toglie le castagne dal fuoco alle sue compagne. Sul gol romanista non può nulla.

Bronze 6,5 - Solita spinta costante duettando con Graham Hansen. Più ala che terzino come all’andata, ma questa volta si butta anche maggiormente dentro per mandare in confusione le avversarie.

Paredes 6 - Un paio di recuperi da brividi, con anche il rischio rosso, per lei che è la più arretrata delle blaugrana quando hanno il pallone fra i piedi.

Mapi Leon 7 - Non solo la ottima, impeccabile, prova difensiva, ma anche un gran gol dalla distanza per il momentaneo 2-0 delle blaugrana. L’unica piccola sbavatura arriva su Serturini in occasione della rete giallorossa, ma prima aveva fatto vedere chiusure d’alta scuola oltre che la solita capacità di avviare l’azione. Prestazione da manuale della centrale moderna. Dal 73° Jana SV Entra a gara virtualmente finita per permettere alla compagna di avere la standing ovation del Camp Nou

Rolfo 7,5 - Prestazione mostruosa della terzina che si ricorda di essere stata anche attaccante in passato e piazza una doppietta. Sempre in proiezione offensiva, duetta con le compagne per creare sempre superiorità sulla sua corsia facendo ammattire Bartoli. Imprendibile. Dal 79° Nuria SV - Entra nel finale e fa il suo in difesa.

Bonmatì 7 - È praticamente ovunque in mezzo al campo, alterna l’interdizione alla costruzione e poi si butta negli spazi. Non segna, ma è sempre nel vivo del gioco fino all’ultimo minuto.

Walsh 6,5 - Rispetto all’andata si abbassa meno a fare la terza centrale in fase di impostazione, ma la sua regia è sempre lucida e le scelte mai banali. C’è un motivo se il suo è stato il trasferimento più caro nel calcio femminile. Dal 66° Engen 6 - Entra per far rifiatare la compagna e non la fa rimpiangere anche se la gara è ormai in ghiaccio.

Guijarro 6,5 - Segna un gol di testa sfruttando la maggior altezza rispetto a Greggi, che la perde comunque. Per il resto tanto lavoro oscuro in mezzo al campo.

Graham Hansen 7 - Affonda come una lama nel burro sulla sua fascia e poi serve assist alle compagne che li sfruttano a dovere. Avrebbe anche l’occasione per segnare, ma sbatte sulla difesa giallorossa.

Oshoala 6,5 - All’andata aveva sbagliato tantissimo, oggi invece è tornata quella che tutti conosciamo. Assist di testa per il primo gol di Rolfo e poi trova anche la via del gol. Duella di fisico con Linari rendendole la vita difficile, ma non sempre uscendone vincitrice. Dal 66° Geyse 6 - Ha un’occasione, ma Ceasar le strozza l’urlo in gola.

Paralluelo 6,5 - Meno devastante rispetto all’andata, punta meno la porta e gioca più per le compagne aprendo spazi in cui Rolfo si getta con grande continuità. Resta comunque una spina nel fianco della difesa giallorossa. Dal 66° Bruna 6 - Dà il suo contributo nella gestione del finale.

Jonatan Giraldez 7 - Voleva un Barcellona più concreto e lo ha avuto. Cinque gol, tante occasioni create e una sensazione di dominio assoluta. Anche se dietro qualche sbandata c’è stata.


ROMA
Ceasar 5,5 - Appare un po' sorpresa sul tiro di Mapi Leon che vale il 2.0. Prima e dopo affonda con la squadra sotto i colpi di un Barcellona che questa sera non sbaglia nulla sotto porta. All’andata era stata la protagonista con le sue parate, non riesce a ripetersi al ritorno anche se non ha colpe particolari sugli altri quattro gol. Nel finale compie un gran intervento su Geyse negandole la gioia del gol.

Bartoli 5 - Qualche buona accelerazione in avanti la mostra, ma dietro fatica a tenere l’esuberanza di Paralluelo e soprattutto gli affondi di Rolfo che segna infatti una doppietta. Sul primo gol della svedese sono altre a dimenticarla, ma sul secondo è lei che chiude in ritardo. In affanno come tutta la squadra a inizio ripresa quando il Barça affonda troppo facilmente. Dal 55° Di Guglielmo 5,5 - Entra con la gara che è ormai segnata, si piazza sulla fascia e fa il suo subendo meno le avanzare di un Barcellona che gestisce maggiormente risultato e possesso.

Wenninger 5 - Giornata no per l’austriaca che prima si perde Rolfo per l’1-0 e poi fatica a chiudere sulle altre catalane che entrano in area con troppa facilità. Passo indietro netto rispetto all’andata.

Linari 6 - Ultima ad arrendersi, ingaggia un duello di fisico con Oshoala sia di testa sia di piede. È anche autrice di un paio di chiusure decisive in area, ma da sola non può far molto contro un Barcellona simile.

Minami 4,5 - Aveva sofferto all’andata e soffre anche al ritorno al cospetto di Bronze e Graham Hansen che la mettono in mezzo e la saltano con troppa facilità. Si vede che non è una terzina pura, ma una centrale adattata nel ruolo.

Giugliano 5 - Fatica a dettare i tempi e sottrarsi al pressing delle avversarie. Palloni persi, scelte sbagliate e meno lucidità del solito. Ma era oggettivamente difficile reggere l’urto contro una delle linee mediane più forti al mondo.

Losada 5 - La sua prima al Camp Nou non è certamente un sogno per lei che ha fatto la storia del Barcellona. Non riesce a dare qualità ed esperienza in mediana cose sperava Spugna e dopo un tempo si accomoda in panchina per un problema alla coscia. Dal 45° Greggi 5 - Entra e non ha neanche il tempo di ambientarsi che la Roma naufraga definitivamente sotto i colpi del Barcellona. Colpevole negli ultimi due gol delle catalane, anche se con Guijarro paga la differenza d'altezza.

Serturini 6 - Si regala una piccola gioia segnando il gol della bandiera al Camp Nou, non uno stadio qualsiasi. Un premio per lei che c'è dall'inizio della storia della Roma Femminile e l'ha accompagnata in tutto questo processo di crescita.

Andressa Alves 5 - Più mediana che trequartista, cerca di dare una mano in mezzo con la sua qualità, ma non ci riesce. Tanti errori nei passaggi e nelle scelte anche se è lei a servire Serturini per il gol. Dal 77° Ciccotti SV - Entra a gara virtualmente finita.

Haavi 5,5 - Tanta corsa sulla fascia per cercare di sfruttare le ripartenze, ma poco costrutto anche perché a volte le compagne non seguono i suoi movimenti. Fatica molto di più quando deve ripiegare per dare una mano a Minami. Dal 55° Glionna 5,5 - Qualche buon affondo sulla fascia, favorito anche da un Barcellona che si risparmia, ma senza la zampata decisiva .

Giacinti 5,5 - Gara di grande sacrificio come unico riferimento offensivo. Tanti scatti e duelli con le centrali avversarie che hanno quasi sempre la meglio. Non appare lucidissima in alcuni frangenti in cui, da un’attaccante del suo livello, era lecito attendersi qualcosa di più. Dal 73° Kramzar 6 - Entra in campo con coraggio e sfrontatezza, forte dei suoi 17 anni. E mette in un paio d'occasioni in difficoltà la difesa catalana con il suo movimento in area.

Alessandro Spugna 5 - Serviva un'impresa e non è arrivata. La squadra non ha saputo reggere l'urto contro il Barcellona ed è apparsa più distratta, soprattutto sui calci da fermo rispetto all'andata. Se la fase offensiva è stata più continua rispetto a quanto visto all'Olimpico, la difesa ha ballato troppo e il centrocampo è andata fin da subito in debito d'ossigeno.