Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Serie A
Allegri s'era sbagliato: tra Vlahovic e Lukaku non c'è confronto. La Juve deve blindarloTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 10:11Serie A
di Raimondo De Magistris

Allegri s'era sbagliato: tra Vlahovic e Lukaku non c'è confronto. La Juve deve blindarlo

Dusan Vlahovic in questa stagione si sta imponendo come vero leader carismatico di questa Juventus. Lo sta facendo soprattutto in questo 2024, col serbo che in due mesi ha realizzato nove dei quindici gol complessivamente messi a segno in questa Serie A. Meglio di lui, fino a questo momento, solo l'irraggiungibile Lautaro Martinez, a quota 22. Ma il serbo che ieri con la sua doppietta ha contribuito alla vittoria al fotofinish contro il Frosinone in questo anno solare tiene anche il paragone col Toro. "Per me - ha detto stamattina Kovacevic alla 'Gazzetta dello Sport' - può raggiungere anche i livelli di Haaland". Un paragone che oggi ha un suono maldestro, ma non era così quando la Juventus lo acquistò dalla Fiorentina per 80 milioni di euro.

Numeri alla mano, fa specie pensare che in estate Massimiliano Allegri abbia sponsorizzato la sua cessione finché era possibile a favore di Romelu Lukaku. Nelle idee del tecnico livornese c'era la forte tentazione di cedere il serbo per poi acquistare dal Chelsea il centravanti belga, di sette anni più anziano. Fu proprio questa intromissione della Juventus a far saltare il suo ritorno all'Inter: a posteriori, una vera fortuna per la società nerazzurra.
Lukaku stasera in campo contro il Torino con la maglia della Roma non avendo ancora raggiunto la doppia cifra in Serie A. E' un classe '93, mentre Vlahovic è un 2000. E' un attaccante che quest'anno si sta confermando grande con le piccole e piccolo con le grandi, un giocatore che forse il meglio di sé l'ha già dato e non a caso qualche settimana fa - a differenza di quanto accadde in estate - ha aperto all'Arabia.


La conferma forzata di Vlahovic s'è quindi rivelata una enorme risorsa per la Juventus che adesso farebbe bene a blindarlo. Il suo attuale contratto è valido fino al 30 giugno 2026 e non è uno di quei rinnovi semplici da sottoscrivere visto che nell'ultimo anno di contratto il serbo guadagnerà un milione al mese. Una spesa che va contro la nuova politica della Juve. Ma uno sforzo per Dusan andrà fatto: in questo momento è uno dei pochissimi insostituibili attorno a cui costruire la Juve che verrà.