Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Interviste
Dybala: "Era tanto che volevo segnare una tripletta, sono contento perché ha portato anche una vittoria. Mi sto godendo ogni momento qui a Roma"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 27 febbraio 2024, 08:09Interviste
di Emiliano Tomasini
per Vocegiallorossa.it

Dybala: "Era tanto che volevo segnare una tripletta, sono contento perché ha portato anche una vittoria. Mi sto godendo ogni momento qui a Roma"

Nel post partita di Roma-Torino ha parlato l'attaccante giallorosso Paulo Dybala. 

Dybala a DAZN

Quanto ti mancava portarti a casa il pallone?
"Tanto , era un po’ che lo volevo questo pallone. L’ho voluto contro il Cagliari, poi il mister mi ha tolto prima. Oggi non l’ho cercato cosi tanto ma è venuto e sono contento perché è servito per vincere".

L’abbraccio con De Rossi?
"Era un momento difficile della gara, il Torino ti mette in difficoltà, la partita poteva diventare pericolosa. Ho corso verso la panchina e il primo era lui".

La corsa sotto la curva?
“È uguale, sono andato dai tifosi. Approfitto per ringraziarli, oggi è lunedì e lo stadio è pieno anche oggi”.

Si può arrivare fino in fondo anche in Europa League?
“Uno sempre vuole vincere, voglio sempre vincere un trofeo, ovunque io sia. Il percorso è lungo, troveremo squadre difficili in campionato e in Europa. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi e lavoriamo ogni giorno per andarli a prendere”.

Il tuo futuro?
“Io quando sono arrivato ho detto che mi sembrava aver vissuto già in un’altra vita in questa città. Quello che succederà non lo so, mi sto godendo ogni momento con la squadra e con i compagni perché sono meravigliosi”.

C’era Azmoun che voleva il tuo pallone.
“I palloni quasi sempre vanno a casa di mia mamma, quindi se non lo porto si arrabbia con me”.