Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / roma / Serie A
Una notte da incubo. L'Italia perde male una gara che nessuno avrebbe voluto: 2-0 AustriaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 20 novembre 2022, 22:41Serie A
di Raimondo De Magistris
fonte Dal nostro inviato all'Ernst-Happel-Stadion, Vienna

Una notte da incubo. L'Italia perde male una gara che nessuno avrebbe voluto: 2-0 Austria

Era francamente difficile immaginare uno scenario peggiore. Nel giorno in cui inizia il Mondiale l'Italia scende in campo, ma per un test amichevole. E lo perde anche nel peggiore dei modi. Fosse un incubo ci sarebbe da svegliarsi in fretta ma purtroppo non lo è. E' il segno dei tempi. Una pagina da cancellare in fretta frutto anche di esperimenti che questa volta non hanno prodotto i risultati sperati. A Vienna l'Austria ha battuto 2-0 i ragazzi di Mancini che questa volta sono crollati. Piegati da una squadra più fisica, più tonica, che ha coperto meglio gli spazi. Il 3-4-3 che aveva mostrato scricchiolii già nel secondo tempo di Tirana stasera è stato bocciato già dopo 45 minuti. E' modulo da mettere in ghiaccio, forse definitivamente. A favore del 3-5-2 o del 4-3-3, due schieramenti che hanno dato ben altre garanzie. Anche stasera.

La partita è scivolata via a senso unico, segnata già al sesto minuto dall'errore di Verratti che ha spalancato la porta a Xaver Schlager, l'autore del gol dell'1-0. Pochi minuti dopo poteva accadere la stessa cosa: altra palla persa da Verratti, altro uno contro uno con Donnarumma, ma in questa circostanza Seiwald s'è mostrato impreciso. Le prime di una lunga serie di occasioni: sei tiri dell'Austria nei primi 15 minuti, un palo alla mezz'ora e poco dopo la rete del raddoppio. Il 2-0 è un tiro potente ma centrale di Alaba, una conclusione su cui Donnarumma si muove in ritardo, quando il pallone è ormai passato sopra la sua testa.

CLICCA QUI per rileggere la diretta testuale di Austria-Italia 2-0

Malissimo gli azzurri nei primi 45 minuti. Un po' meglio nella ripresa, quando Mancini ne cambia subito quattro. In campo Scalvini, Zaniolo, Chiesa e Pessina e passaggio al 3-5-2/4-3-3. Con Dimarco come variabile per il cambio di modulo a seconda della fase di gioco. Proprio il laterale dell'Inter è stato l'unico a salvarsi tra i calciatori partiti dall'inizio, a non consegnarsi agli austriaci. Nella ripresa i subentrati hanno avuto tre opportunità per riaprire la partita ma anche l'Austria a più riprese ha sfiorato il 3-0. I padroni di casa hanno vinto e l'hanno fatto meritatamente. L'Italia torna a casa a testa bassa: aveva iniziato il 2022 aperto nel peggiore dei modi, forse l'ha chiuso anche peggio.