Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / News
Salernitana-Lazio, la cronaca del match: la dura legge dell'ex Candreva per i primi tre punti di InzaghiTUTTO mercato WEB
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
sabato 25 novembre 2023, 17:30News
di Roberto Sarrocco
per Tuttosalernitana.com

Salernitana-Lazio, la cronaca del match: la dura legge dell'ex Candreva per i primi tre punti di Inzaghi

Sarri è costretto a fare a meno anche di Romagnoli e schiera un coppia centrale inedita composta da Patric e Gila, supportati dall'esterno da Lazzari e Marusic a protezione di Provedel; in mediana Kamada prende il posto di Lusi Alberto accanto a Guendouzi e Cataldi nel ruolo di play basso. In avanti rientra però dal primo minuto Zaccagni che completa il reparto avanzato di Sarri con Immobile e Felipe Anderson. Inzaghi risponde alla "Sousa" con un 3-4-2-1 dove tra i pali c'è Costil al posto dell'infortunato Ochoa difeso dal terzetto composto da Gyomber, Pirola e Daniliuc. Coulibaly e Bohinen a far da diga in mediana, Bradaric e Mazzocchi sugli esterni: dietro l'unica punta Ikwuemesi ci sono Candreva e Kastanos, che ritrova la maglia da titoalre che mancava da molto tempo. Dia non convocato, panchina iniziale per Fazio e per il rientrante Jovane Cabral, ex di turno. 

La Salernitana inizia il match con un 3-4-1-2 con Kastanos trequartista e Candreva in appoggio a Ikwuemesi. Primo quarto d'ora di grande equilibrio ma anche di grande intensità ed aggressività, specie da parte della Salernitana che prova a pressare a tutto campo mentre la Lazio cerca l'imbucata e lo sfondamento soprattutto sulla sua fascia destra. Dal quarto d'ora però la Salernitana prende in mano il pallino del gioco e inizia a macinare occasioni da rete: la prima è di Daniliuc che calcia con il suo piede debole, il sinistro, non inquadrando lo specchio della porta difesa da Provedel. Provedel che si esalta di riflesso sul tiro-cross di Candreva che stava per sorprendere la retroguardia, ma viene salvato poco dopo dalla traversa sulla conclusione potente e improvvisa dai 25 metri di Bohinen che fa tremare l'Arechi. La Lazio risponde con una discesa di Felipe Anderson sulla cui conclusione si immola Gyomber e salva Costil. Ancora Salernitana alla mezzora con Candreva, finte e controfinte prima della conclusione sulla quale Provedel devia in angolo. La Lazio si scuote e trova il vantaggio: lancio di Cataldi dalla mediana, scatto di Immobile che taglia fuori Gyomber che cadendo lo trattiene. Per il direttore di gara non c'è nulla, ma richiamato dal Var ammonisce il centrale granata e concede il rigore, trasformato in maniera glaciale da Ciro Immobile. Gyomber poco dopo commette un fallaccio ma viene graziato dal direttore di gara che non gli estre il secondo giallo. 

Si riparte con la ripresa con Gyomber che resta negli spogliatoi, con al suo posto in campo Lovato a far coppia con Pirola. La Lazio sembra avere in mano il possesso del match, con Zaccagni scatenato che fa ammonire anche Daniliuc, ma la Salernitana c'è e risponde alla squadra di Sarri con Kastanos, bravo a trasformare in rete al 52' una corta respinta di Provedel su colpo di testa di Candreva, imbeccato da una pennellata di Mazzocchi. Inizia la girandola di cambi con Inzaghi che inserisce Fazio per l'ammonito Daniliuc e Legowski per un buon Bohinen. La partite è equilibrata, la Salernitana alza il baricentro grazie al prezioso lavoro di Kastanos e trova al 67' il vantaggio con Candreva: punizione a due di Kastanos che tocca per Candreva, l'ex di turno si aggiusta la sfera e lascia partire una conclusione potente che prende un effetto strano e beffa Provedel che la legge male. E' tripudio all'Arechi mentre sulla panchina della Lazio iniziano i malumori di Sarri che cambia l'attacco togliendo Immobile e Felipe Anderson e inserendo Castellanos e Isaksen. Risponde Inzaghi con Maggiore per un ottimo Kastanos. I nuovi entrati biancocelesti provano a mettersi in mostra, ma Fazio e la retroguardia granata chiudono senza grossi affanni. La Lazio prova fino alla fine a mettere paura alla difesa granata, ma la squadra di Inzaghi è attenta e non subisce pericoli. Gli ultimi minuti di gara, compresi i cinque di recupero, sono di gestione da parte della Salernitana che può finalmente esultare per i primi tre punti stagionali. 

IL TABELLINO

Salernitana (3-4-2-1): Costil; Daniliuc (62' Fazio), Gyomber (46' Lovato), Pirola (87' Bronn); Mazzocchi, Coulibaly, Bohinen (62' Legowski), Bradaric; Candreva, Kastanos (72' Maggiore); Ikwuemesi. A disposizione: Fiorillo, Salvati; Bronn, Fazio, Lovato, Sambia, Legowski, Maggiore, Martegani; Botheim, Cabral, Simy. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Lazio (4-3-3): Provedel; Lazzari (63' Hysaj), Gila, Patric, Marusic; Guendouzi, Cataldi (81' Vecino), Kamada; Felipe Anderson (69' Isaksen), Immobile (69' Castellanos), Zaccagni (63' Pedro). A disposizione: Mandas, Sepe; Hysaj, Lazzari, Pellegrini, Ruggeri; Basic, Rovella, Vecino; Isaksen, Pedro. Allenatore: Maurizio Sarri

Ammoniti: 33' Lazzari (L); 42' Gyomber (S), 52' Daniliuc (S), 79' Cataldi (L), 84' Maggiore (S), 88' Fazio (S), 93' Vecino (L), 93' Coulibaly (S)

Rete: 43' Immobile (L), 54' Kastanos (S), 67' Candreva (S)