Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / News
Soviero: "Salernitana, salvezza alla portata. Inzaghi tecnico preparato, incomprensibili alcune scelte della società…"
giovedì 30 novembre 2023, 21:30News
di TS Redazione
per Tuttosalernitana.com

Soviero: "Salernitana, salvezza alla portata. Inzaghi tecnico preparato, incomprensibili alcune scelte della società…"

L’ex portiere Salvatore Soviero di Salernitana, Avellino, Cosenza, Genoa, Venezia, Crotone e Juve Stabia, ha lasciato alcune dichiarazioni in una lunga intervista ai microfoni della testata sportiva News.Superscommesse.it. In particolare, Soviero ha analizzato il momento della squadra di Filippo Inzaghi, sostenendo che i granata hanno ancora l’opportunità di conquistare la salvezza.

La Salernitana ha conquistato contro la Lazio i primi tre punti della stagione, è una vittoria che ti ha sorpreso?

I granata hanno il carattere e le qualità per salvarsi ancora una volta? "La vittoria contro la Lazio non mi ha sorpreso. I granata hanno fatto una partita gagliarda e di grande sacrificio, come non si vedeva da tempo. La Salernitana ha un organico che può far bene e a dispetto di quanto dice la classifica esprime un buon calcio. Certo, non vincere per lunghi periodi porta critiche e tensione, però penso che la squadra possa tirarsi fuori anche facilmente da questa situazione complicata. La salvezza è assolutamente alla portata".

Cosa ne pensi dell'arrivo di Filippo Inzaghi in panchina?

"Paulo Sousa non mi ha mai convinto. La Salernitana ha fatto di tutto per trattenerlo in estate, ma lui pensava solo al Napoli. Non avrei mai fatto un pluriennale ad un allenatore che mi mette in secondo piano. Il portoghese ha fatto bene lo scorso anno soprattutto grazie alla preparazione ereditata da Davide Nicola, poi ha lasciato ad Inzaghi una squadra spompa e senza idee, e non ha avuto neppure il coraggio di dimettersi. D'altronde da parte della società non capisco anche altre scelte, come quella di puntare su De Sanctis come Ds o mandar via Sepe per puntare su un portiere vecchio come Ochoa. Inzaghi non è un allenatore di C o di B come in molti ritengono, penso sia molto preparato, forse anche più del fratello. Simone Inzaghi ha avuto la fortuna di avviare la propria carriera con una Lazio già rodata, Filippo ha dalla sua una gavetta importante".