Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / News
Ci scrive un tifoso: "Retrocessione diretta conseguenza di una gestione scellerata. Ora ricominciare da... tre"TUTTO mercato WEB
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
domenica 25 febbraio 2024, 21:30News
di Lorenzo Portanova
per Tuttosalernitana.com

Ci scrive un tifoso: "Retrocessione diretta conseguenza di una gestione scellerata. Ora ricominciare da... tre"

Ci arriva in redazione una lettera del tifoso Ciro Caravano. Ecco le sue parole:

"È chiaro ormai, che lo spettro della serie B è vicino. La retrocessione non è un dramma in generale, per come si sta palesando lo sta diventando. Si è completamente allo sbando, ma purtroppo tutto ciò è la diretta conseguenza di una gestione scellerata che è iniziata già dopo la miracolosa salvezza targata Sabatini-Nicola. Quella salvezza poteva diventare il punto di partenza, per gettare le basi di una solida presenza nel massimo campionato, ed invece ha dato il là ad una serie incredibile di errori. Eh già!!!! Non proseguire con li duo Sabatini-Nicola è stato il più grande errore. Si è affidata la costruzione della squadra ad un ds, De Sanctis, alle prime armi, che nonostante un buon budget, ha palesemente sbagliato nel campionato 2022/23 la campagna acquisti. Anche in questo campionato, la stella ci è stata amica e nonostante la gestione sconsiderata del ds, è arrivato un allenatore di livello, che ha saputo sfruttare appieno le potenzialità della squadra, chiudendo li campionato con una salvezza tranquilla.

Ma ahimè!!! ancora una volta si è gettato alle ortiche quello che di buono era venuto fuori in modo del tutto casuale. E bisogna arrivare ai mal di pancia di mister Sousa. Ed è qui che è più difficile accertare le responsabilità. Mister Sousa è da mettere alla gogna per li suo presunto tradimento, vedi vicenda Napoli? È stata la società a ridurre il budget per la campagna acquisti, ed allora Sousa vedendo il ridimensionamento, ha cercato di cambiare aria, e poi è rimasto controvoglia? O è stato ancora li ds De Sanctis, colui che ha ancora una volta ha ciccato la costruzione della squadra, ripetendo come un mantra che il presidente lervolino non poteva ogni anno rimetterci del suo, senza però mai pensare che egli stesso era colui che aveva portato a questa situazione, dilapidando il budget con acquisti di calciatori non all'altezza?

In attesa che chi di dovere risponda a questi interrogativi, prendendo spunto dal film di Troisi, è d'uopo ricominciare da tre, perché da zero aprirebbe scenari che nemmeno vogliamo contemplare. Ricominciamo, purtroppo dalla serie B, che comunque è un buon punto di partenza.
Ricominciamo dal Presidente lervolino, a cui va riconosciuto il merito di aver salvato la Salernitana dal fallimento, in quel famoso 31 dicembre 2021, e che comunque anche attraverso le traversie sopraelencate, e attraverso una serie horror di errori, dovuti probabilmente alla inesperienza nel mondo del calcio, le cui dinamiche sfuggono ad ogni umana comprensione, ci ha comunque assicurato la presenza in tre campionati di serie A consecutivi, migliore momento a livello di risultati, nella storia della compagine granata.

Ma soprattutto ricominciamo dai tifosi, che ancora con il Monza erano in ventimila allo stadio, che ci sono sempre e comunque, loro davvero non sbagliano mai, loro sono la Salernitana, è la loro passione, è li loro grande amore, che ha fatto e fanno la storia della casacca granata e che sono l'unica componente che non delude mai, anche quando si è dovuti ricominciare da zero. Sempre che non accada l'inimmaginabile, in queste rimanenti dodici giornate, visto che li calcio è sport meraviglioso, che va contro ogni discorso minimo di razionalità. Alla squadra, ai calciatori, al mister si chiede, in tutti i casi il rispetto per la maglia che rappresentano, e di onorarla fino all'ultimo secondo, di questa stagione. Sempre Forza Salernitana"