Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Brescia, Clotet: "Squadra non remissiva. Contro il Cosenza serve il 120% per fare bene"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 7 dicembre 2022, 15:34Serie B
di Tommaso Maschio

Brescia, Clotet: "Squadra non remissiva. Contro il Cosenza serve il 120% per fare bene"

“Nessuno è felice dopo la sconfitta contro la Reggina. Volevamo dare una gioia ai nostri tifosi in casa, ma bisogna dare anche merito ad un avversario oggettivamente più strutturato di noi e costruito per raggiungere la Serie A". Il tecnico del Brescia Pep Clotet chiude così i discorsi sulla sconfitta nell'ultimo turno in conferenza stampa concentrandosi sulla sfida al Cosenza: "La squadra non è remissiva, purtroppo il gol a freddo non ci ha favorito, anzi non vede l’ora di riscendere in campo domani. Affronteremo una squadra insidiosa che lotta per la salvezza e giocherà col coltello tra i denti. Noi dobbiamo scendere in campo nella stessa maniera e dare il 120% perché vogliamo fare bene. Rispetto alla sfida contro la Reggina recuperiamo Karacic di rientro dal Mondiale, mentre Bisoli, Cistana, Huard, Olzer e Adorni, squalificato, rimangono indisponibili. - continua lo spagnolo come riporta il sito del club - Sono sicuro che chi giocherà al loro posto darà il massimo e sarà all’altezza della situazione. Credo molto in questo gruppo, in questi ragazzi, e nel lavoro che stiamo facendo quotidianamente. Abbiamo un percorso da fare e il gruppo cresce ogni giorno di più con ambizione, volontà e voglia di migliorarsi. Le defezioni non sono un alibi, ma bisogna essere realisti nel dire che purtroppo siamo in una situazione di emergenza perché, anche se abbiamo recuperato Karacic, dovremo fare a meno di Adorni”.