Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Calciomercato
Juve Stabia, triennale per Della Pietra: la dirigenza punta sul giovane attaccanteTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Uff. Stampa Juve Stabia
mercoledì 18 maggio 2022, 11:45Calciomercato
di Luca Esposito
per Tuttoc.com

Juve Stabia, triennale per Della Pietra: la dirigenza punta sul giovane attaccante

Che il calcio italiano abbia bisogno di puntare sui giovani per ripartire è opinione diffusa, soprattutto dopo la brutta figura della Nazionale con la Macedonia. E così la serie C riveste un ruolo fondamentale per la capacità di tanti club di scovare talenti di grandissima prospettiva desiderosi di mettersi in mostra. Tra questi c'è Vincenzo Della Pietra, classe 2002 cresciuto nei settori giovanili di Benevento, Napoli e Juve Stabia (indossando anche la maglia del Genoa Primavera) e che ha firmato un contratto triennale proprio con la Juve Stabia apprestandosi a disputare la terza stagione di fila con la maglia delle "vespe". Stiamo parlando di un attaccante moderno, in grado di disimpegnarsi sia come esterno, sia come prima punta. Fisicamente valido, ma allo stesso tempo rapidissimo palla al piede, Della Pietra dovrebbe partire per il ritiro con la Juve Stabia e si deciderà in corso d'opera se tenerlo in pianta stabile in prima squadra o dirottarlo altrove con la formula del prestito per garantirgli maggiore minutaggio e con la promessa di seguire da vicino e con costanza il suo percorso. Chissà che i gol segnati contro Potenza e Catanzaro, da subentrante, non gli possano permettere di scalare da subito posizioni nelle gerarchie del futuro staff tecnico.