Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / torino / Primo Piano
Le pagelle di Torino-Lazio: Bellanova super, ma non è bastato. Vanja nì. Ilic non incisivo e si è pure perso Guendouzi. Vlasic ad intermittenza. Masina si conferma. Zapata fa il lavoro sporcoTUTTO mercato WEB
Sanabria e Vlasic
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 22 febbraio 2024, 23:47Primo Piano
di Elena Rossin
per Torinogranata.it
fonte Elena Rossin

Le pagelle di Torino-Lazio: Bellanova super, ma non è bastato. Vanja nì. Ilic non incisivo e si è pure perso Guendouzi. Vlasic ad intermittenza. Masina si conferma. Zapata fa il lavoro sporco

Milinkovic-Savic: 5,5 Poco impegnato, ma sul primo gol ha delle responsabilità mentre non ne ha sul secondo. Impostazione dal basso della Lazio con sponda per Guendouzi che ha verticalizzato per Immobile, ma la sua difesa ha recuperato palla (2’). Il cross di Guendouzi è finito a lui (17’). Immobile ha ricevuto palla al limite e da fermo ha tirato, ma lentamente e lui ha preso facilmente la palla (20’). Luis Alberto dal limite ha tirato di prima intenzione dal limite dell'area, ma ha svirgolando il pallone che però è tornato ai compagni e Isaksen ha fatto un tiro-cross però lui l’ha fatta sua (33’). Immobile ha difeso bene la sfera e ha aperto uno spazio, ma poi ha sbagliato il passaggio per Guendouzi che si sarebbe trovato a tu per tu con lui (39’). Rinvio di Provedel e dopo l’uno-due fra Cataldi e Guendouzi Immobile ha fintato e la palla è arrivata a Guendouzi che lo ha infilato di destro con un rasoterra a incrociare: per la verità il tiro di Guendouzi non è stato trascendentale e lui avrebbe potuto fare meglio visto che la palla gli è passata sotto le braccia (51’). Guendouzi sul fondo è riuscito a tenere in campo la palla e ha crossato verso Luis Alberto che dal limite dell’area, spalle alla porta, ha toccato di tacco per l'arrivo di Cataldi  che di prima intenzione col destro di piatto lo ha preso in controtempo e ha mandato verso il palo di destra e poi la palla è entrata nella sua porta (56’).  Isaksen si è accentrato e ha servito Castellanos al limite che indisturbato si è girato, si è sistemato la palla sul destro e ha tirato centralmente e lui in due tempi ha bloccato (60’). Felipe Anderson ha servito al centro Castellanos che spalle alla porta ha stoppato e ha servito a rimorchio Guendouzi che da fuori area ha concluso, ma il tiro è stato ribattuto dalla sua difesa (78’).

Djidji: 6 Ha giocato con una caviglia malconcia e Felipe Anderson non è riuscito a  metterlo in difficoltà. In fase di spinta avrebbe potuto fare qualche cosa di più.  (Dal ‘76 Tameze: n.g.).

Lovato: 5,5 Ha fatto buona guardia su Immobile, però si è fatto sfuggire Cataldi che ha segnato il secondo gol della Lazio. Sull’angolo di Ilic, tentando di arrivare sulla palla ha finito per ostacolare Sanabria e così la difesa della Lazio ha allontanato (14’). Luis Alberto dal limite col destro ha concluso, ma lui ha respinto (20’). Su calcio d’angolo,da pochi passi dalla porta è riuscito solo a sfiorare la palla (38’). Non è riuscito a contrastare Cataldi che ha segnato (56’).

Masina: 6 Attento come già le altre volte: un degno sostituto di Rodriguez. Ed è andato anche molto vicino al gol. Sull’angolo battuto da Ilic era nei pressi del secondo palo e ha staccato in terzo tempo e di testa ha mandato a lato di un nonnulla (43’). (Dall’ 86’ Pellegri: n.g. Da in mezzo all’area col destro ha tirato, ma Romagnoli ha respinto (90’+5’)).

Bellanova: 6,5 Più volte è sfrecciato via sia a Hysaj sia a Marusic per poi crossare. Una spina nel fianco della Lazio. Sulla verticalizzazione di Vlasic, è andato sul fondo e ha crossato verso Sanabria (5’). E’ andato a raddoppiare su Felipe Anderson ed ha appoggiato a Milinkovic-Savic (8’). In ripiegamento di Luis Alberto ha messo sul fondo il suo cross (14’). Sul lancio di Vlasic, ha bruciato Hysaj e ha messo in mezzo per Zapata (24’). Sull’apertura di Ilic, è avanzato palla al piede e ha crossato perso Zapata (35’). Dopo lo scambio con Sanabria, è arrivato sul fondo e ha crossato basso a rimorchio verso Vlasic (37’). E’ arrivato sul fondo e ha crossa basso verso il dischetto dove c’era Zapata (47’). Ha accelerato e messo in mezzo per Zapata (48’). Ha ricevuto palla sul lato corto dell'area è ha provato a sorprendere Provedel calciando direttamente in porta, ma il tiro è terminato sul fondo (55’). Il traversone di Lazaro a cercare Vlasic, ha provato ad arrivarci a rimorchio, ma è stato anticipato da Marusic che ha allontanato (71’).   

Ilic: 5 Non ha saputo incidere, più fumo che arrosto e si è pure perso Guendouzi in occasione del gol e in più di un’occasione si è fatto sfuggire la palla e ha rischiato di permettere le ripartenze degli avversari. Ha calciato la punizione verso il primo palo dove c’era Zapata (11’). Ha messo l’angolo in mezzo (14’).  In fase di impostazione ha consegnando palla a Felipe Anderson che aveva campo aperto e così lo ha trattenuto e l’arbitro lo ha ammonito (15’). Ha sporcato un pallone per Zapata (21’). Ha recuperato la palla persa da Cataldi e ha innescato la ripartenza aprendo per Bellanova (35’). Ha battuto l’angolo verso il secondo palo dove c’era Masina (43’). Si è perso Guendouzi nell’azione del gol del biancoceleste (51’). (Dal ‘55 Ricci: 5,5 Né bene, né male. Ha ricevuto dentro l'area e da buona posizione di piatto ha colpito male indirizzando la sfera a Provedel (84’). Sulla palla protetta e lavorata in area da Vlasic, in spaccata è andato vicinissimo a inquadrare lo specchio della porta (87’)).  

Linetty: 6 Soprattutto nel primo tempo ha fatto a sportellate con gli avversari e più di una volta ha avuto la meglio: come al solito non si risparmia mai.  (Dal ‘76 Gineitis: n.g. Ha murato il tiro col destro di Guendouzi dal limite che era stato servito da Luis Alberto sulla giocata di Felipe Anderson (78’). Dopo un duro contrasto aereo con Castellanos è rimasto a terra, ma dopo pchissimo ha fatto segno che poteva continuare (83’). Dalla grande distanza ha tentato il tiro col sinistro, ma la palla è stata deviata ed è finita a Provedel.(90’+3’)).

Lazaro: 5,5 Brilla meno del dirimpettaio Bellanova ed è anche meno preciso nei cross, alla fine ha anche avuto l’occasione per segnare anche se non sarebbe bastato per vincere. Sulla linea di fondo ha anticipato Marusic mantenendo la palla in campo, ma pi ha subito fallo (10’). E’ avanzato e ha crossato dal lato corto dell’area verso il centro dove c’era Vlasic (22’).  Ha anticipato Immobile sul secondo palo sul’angolo calciato da Luis Alberto (29’). Suo il traversone alla ricerca di Vlasic (71’). Ha crossato, ma Romagnoli è arrivato in anticipo sul pallone colpendolo di testa (89’). Ha battuto la punizione che ha superato la barriera però è andata alta sopra l'incrocio di sinistra (90’+6’).

Vlasic: 6  Si accende e quando lo fa la squadra gira e Provedel ha pure dovuto negargli il gol, ma quando si spegne anche il Torino fatica. Ha verticalizzato per Bellanova (5’). Il suo cross è finito a Provedel (7’). Sul cross di Lazaro, ha stacca di testa però non ha inquadrato la porta (22’). Ha innescato Bellanova (24’). Sul cross basso di Bellanova, di prima intenzione col destro ha tirato, ma Provedel con la mano ha mandato in angolo (37’). Ha dato il via all'azione servendo in profondità Sanabria che, da posizione defilata, gli ha restituito palla e lui al volo l’ha schiacciandola a terra mandandola però alta sopra la traversa. (42’). Ha messo in mezzo per Zapata (49’). Su azione personale ha calciato dalla distanza senza però inquadrare la porta (50’). Il traversone di Lazaro a cercarlo non era bel calibrato (71’). Sulla schiacciata di testa in area di Zapata ha protetto e lavorato la palla per Ricci (87’). Lazaro ha crossato, ma Romagnoli è arrivato in anticipo sul pallone colpendolo di testa e poi lui lo ha travolto (89’).

 Sanabria: 5,5 Meno fisico di Zapata, e seppur abbia colpito un palo da lui ci sia spetta di più. Sul cross di Bellanova, si è girato e col destro ha colpito il palo poi la palla gli è arrivata sul piede sinistro e l’ha mandata sul fondo (5’). Sull’angolo di Ilic, tentando di arrivare sulla palla ha finito per ostacolare Lovato e così la difesa della Lazio ha allontanato (14’). Al limite dell'area ha ricevuto palla e si è girato concludendo con il mancino, ma il pallone è stato deviato, cambiando direzione senza però che Provedel si facesse  sorprendere (18’). Luis Alberto dalla bandierina ha calciato direttamente in porta, ma lui ha capito tutto e di testa ha messo sul fondo (29’). Ha scambiato con Bellanova (37’). Servito in profondità da Vlasic, ha posizione defilata gli ha restituito palla (42’).

Zapata: 6 Fa il lavoro sporco e duella con gli avversari questo forse è la causa che non ha quasi mai tirato in porta. Sulla punizione battuta da Ilic, di testa ha mandato sopra la traversa (11’). Ha provato a entrare in area, ma è stato fermato da Gila (12’). Sul pallone sporcato da Ilic, spalle alla porta di testa ha mandato fra i guantoni di Provedel (21’). Sul cross di Bellanova, è stato anticipato da Gila (24’). Sul cross di Bellanova, ha stacca con buon tempismo di testa, ma ha mandato oltre il palo (35’). Ha tirato di prima intenzione mandando la palla sul fondo sul cross si Bellanova (47’). Sul cross di Bellanova, ha approfittato dello scivolone di Gila e ha calciato senza trovare la porta (48’). Altro cross questa volta di Vlasic e lui di testa ha mandato alto (49’). In area ha schiacciato di testa per Vlasic (87’). Al limite dell’area ha protetto bene la palla e poi è stato colpito da Casale (90’+5’).

Ivan Juric: 6 Ha preparato bene la partita e infatti la Lazio per 50’ ha faticato però i suoi pur dominando non sono riusciti a segnare, problema che ormai è purtroppo un vero peso. Questo era il primo dei quattro scontri diretti per continuare a rimanere in corsa per un posto nelle coppe europee e la sconfitta non ha permesso di scavalcare la Lazio, che si è assestata al 7° posto e si è portata a un punto dalla Roma che è al 6°. Quella di questa sera è stata la prima sconfitta della sua squadra nel 2024. Con assenti per infortunio il lungodegente Schuurs, Buongiorno e Vojvoda e avendo recuperato giusto in tempo gli acciaccati Djidji, Rodriguez e Tameze, ha deciso di schierare Milinkovic-Savic in porta. Linea difensiva formata da Djidji, Lovato e Masina. Sulla fascia destra super confermato Bellanova e sul quella sinistra Lazaro. In mezzo al campo Ilic e Linetty con Ricci, Tameze e il giovane Gineitis in panchina. Sulla trequarti Vlasic. In attacco la coppia formata da Sanabria e Zapata con Pellegri e Okereke pronti a subentrare.
Nel primo tempo, con ritmi che si alternavano fra bassi e un po’ più briosi, la sua squadra ha saputo gestire meglio la palla e così ha creato più occasioni da gol, 13 tiri verso la porta contro i 3 degli avversari, senza però riuscire a sbloccare il risultato.
Nella ripresa Sarri ha tolto Hysaj e messo Lazzari che si è posizionato sulla fascia destra con Marusic che si è spostato su quella sinistra.  I suoi hanno iniziato bene creando ancora occasioni per segnare, ma dopo poco la Lazio ha sbloccato il risultato con Guendouzi (51’) e poi poco dopo con Cataldi ha raddoppiato (56’).  Cataldi non segnava da settembre 2021. Questo secondo gol ha demoralizzato un po’ i suoi giocatori che comunque hanno cercato il gol sperando di rimontare, soprattutto quando la Lazio è rimasta in 10 per l’espulsione di Gila (79’), però non sono riusciti a segnare. Il rammarico maggiore è che in 50 minuti la sua squadra dominando non è riuscita a fare gol.     

LAZIO: Provedel: 6,5; Marusic: 6; Gila: 5,5; Romagnoli: 6,5; Hysaj: 5 (dal ‘46 Lazzari: 6); Guendouzi: 7; Cataldi: 6,5; Luis Alberto: 6,5 (dall’ 80’ Casale: n.g.); Isaksen: 5,5 (dal ‘75 Pedro: n.g.); Immobile: 5,5 (dal ‘56 Castellanos: 6); Felipe Anderson: 6.
Maurizio Sarri: 6,5.

Arbitro Federico La Penna: 5,5 Bene per quando ha mostrato i cartellini, ma qualche volta di troppo ha lasciato correre su qualche presunto fallo però il suo metro è stato quello di far proseguire le azioni. Ha ammonito: Ilic per una trattenuta su Felipe Anderson (15’). Il Torino ha protestato per un intervento deciso di Cataldi su Linetty, ma lui ha detto che si poteva proseguire (19’). Ha mostrato il giallo a: Linetty per un intervento in ritardo su Hysaj (28’). La Lazio ha protestato per un presunto fallo di mano di Ilic su rinvio ravvicinato di Masina nell’area granata, ma lui con ampi gesti ha intimato di proseguire e il replay ha mostrato che il braccio era attaccato al corpo (31’). Ancora proteste del Torino per un tocco di mano di Gila fuori area su una giocata di Zapata, anche in quest’occasione ha lasciato correre (35’). Ha ammonito: Gila per aver atterrato Zapata con un intervento in ritardo e duro (66’); Lovato che su una ripartenza di Isaksen, auto-lanciatosi, lo ha steso (72’); Gila che aveva concesso spazio a Zapata al limite dell’area e di conseguenza lo ha fermato fallosamente ricevendo il secondo cartellino e venendo espulso (79’). La Lazio ha di nuovo protestato molto per un presunto fallo su Lazzari che avrebbe permesso una ripartenza del Torino e come le altre volte ha lasciato correre (86’).